AttualitàClima

Maltempo, Ministro Costa: “i soldi per il dissesto idrogeologico ci sono”

Condividi

Maltempo. Se ancora una volta la battaglia contro il dissesto idrogeologico sembra non essere minimamente stata affrontata in questi anni non è per mancanza di fondi ma per le carenze dei Comuni.

A dirlo è il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, in un’intervista a ‘La Stampa’, dove ribadisce che prevenzione “vuol dire capacità di spendere, di mitigare fenomeni climatici straordinari ma sempre più ricorrenti e di adattare il nostro territorio ai cambiamenti del clima”.

“Le Regioni – aggiunge Costa – decidono la conformità dei progetti e se ammetterli ai finanziamenti nazionali, ma i Comuni hanno il compito di individuare i territori a rischio e di realizzare i progetti per metterli in sicurezza: non tutti ci riescono”.

Per aiutare i Comuni nella progettazione – ribadisce ancora il Ministro dell’Ambiente, “abbiamo inserito alcune misure nel decreto Semplificazioni di luglio”.

“Fratelli tutti”, la nuova enciclica di Papa Francesco dedicata alla fratellanza universale

Inoltre, come ministero dell’Ambiente – afferma – “abbiamo previsto di anticipare ai Comuni il 30% della spesa in modo da permettere l’attivazione di tutta la procedura per la messa in opera del cantiere. E possiamo mettere a disposizione le competenze dei funzionari della Sogesid per realizzare i progetti”.

I soldi ci sono – sottolinea Costa – “abbiamo 7 miliardi di euro in cassa”.

Plastica, il Kenya potrebbe diventare una discarica per i rifiuti provenienti dagli Stati Uniti

Secondo il Ministro dell’Ambiente, il green è “uno dei settori dove può svolgere lavori chi ha il reddito di cittadinanza. Ma si tratta di mansioni come la pulizia di caditoie o altri interventi di manutenzione ordinaria. Dovranno essere richieste capacità fisiche, non particolari competenze. E devo parlarne con la ministra del Lavoro, non intendo entrare nel suo settore a gamba tesa”.

Fra gli altri provvedimenti adottati, “le misure contro la deforestazione e per migliorare l’efficientamento energetico”.

Il Ministro Costa rivolge infine un appello al mondo parlamentare perché si riunisca un tavolo tra le commissioni parlamentari e si trovi un’intesa sull’ultimo passo”.

(Visited 22 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago