AttualitàClima

Maltempo, Costa: “firmati accordi per 3,6mld, pronti altri 3mld”

Condividi

Maltempo. “Sono stati firmati accordi di programma con le Regioni per un valore totale di 3,6 miliardi di euro. E altri 3 miliardi sono pronti per essere firmati”. A dirlo è il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, nell’aula della Camera nel corso dell’informativa urgente del Governo sulla questione maltempo e dissesto idrogeologico, alla luce di quanto accaduto in Liguria e Piemonte.

“Abbiamo finanziato 17 interventi contro il dissesto idrogeologico e 140 in Piemonte – ha affermato Costa – inoltre  “nel collegato ambientale c’è un intero capitolo sul dissesto. C’è la massima disponibilità da parte del ministro dell’Ambiente e del sottosegretario Morassut per migliorarlo con ciascun parlamentare, senza nessuna colorazione e senza bandiere, confrontandoci anche con le Regioni e i Comuni, che ho incontrato soprattutto in periodo pre-Covid”.

“L’Italia è un paese particolarmente fragile – ha poi ricordato – l’80% del territorio è sottoposto a rischio di dissesto idrogeologico, con indice di rischiosità diversificata, così come il 90% dei Comuni lo è”.

Per il Ministro dell’Ambiente, “il tema è quello di non lasciare solo il territorio. Liguria e Piemonte sono stati particolarmente aggrediti, ma ahime’ la storia recente è disseminata di situazioni simili, e tutte molto gravi”.

Maltempo, Ministro Costa: “i soldi per il dissesto idrogeologico ci sono”

Costa ha poi fatto presente che due società in house dello Stato, Sogesid e Invitalia, saranno a disposizione dei Comuni che lo richiederanno per gli interventi di mitigazione del dissesto idrogeologico.

“Alle Regioni abbiamo dato maggiori poteri di intervento con la legge Semplificazioni – ha detto ancora il Ministro – e abbiamo accolto le richieste delle Autorità di bacino, che ci avevano chiesto di ridurre i tempi di approvazione dei progetti. Insomma, il tema dissesto  è trasversale a tutto il Paese e le sue istituzioni e non può e non deve assumere alcuna colorazione o appartenenza politica”.

Kamchatka, acque avvelenate nell’oceano Pacifico: centinaia di animali marini trovati morti VIDEO

Infine, il Ministro dell’Ambiente ha ricordato che l’Ipcc ha dichiarato che siamo dentro i cambiamenti climatici e che questi si manifestano in termini di temperatura ma anche di precipitazioni tipo quelle avute tragicamente in queste ore in Italia.

Intanto il Copernicus Climate Change Service per l’osservazione dei cambiamenti climatici dell’Unione europea ha rilevato che “a livello globale, il 2020 ha visto il settembre più caldo mai registrato”.

(Visited 22 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago