Maltempo, alluvioni anche in Umbria. Ingenti danni a Pietralunga (Pg)

In Umbria il comune più colpito dal maltempo è stato quello di Pietralunga, in provincia di Perugia.

L’ondata di maltempo che nella notte tra giovedì e venerdì si è abbattuta sull’Umbria e sulle Marche, ha seminato danni anche in Umbria, principalmente in Altotevere e nelle zone di confine con le Marche, con piogge di portata assolutamente straordinaria, che hanno provocato allagamenti ed esondazioni di fiumi.

In Umbria il comune più colpito è stato quello di Pietralunga, in provincia di Perugia, dove nella notte è stata salvata una coppia rimasta intrappolata in auto, ormai in balia dell’acqua. Si registrano criticità e danni a causa di frane e detriti che hanno invaso le strade cittadine anche nel comune di Sceggia-Pascelupo
I vigili del fuoco, in un aggiornamento, spiegano che “le persone isolate a Pietralunga sono state raggiunte dalle squadre”.

“Dopo il nubifragio di ieri sera che ha colpito alcune zone dell’Appennino umbro – leggiamo in una nota diffusa da Umbra Acquemolte sono le frazioni al momento irraggiungibili. In particolare ci sono alcune zone nel comune di Scheggia in cui manca l’acqua a causa dell’interruzione di energia elettrica”.

Dopo l’ondata di maltempo i tecnici di Anas sono al lavoro per ripristinare la viabilità sulle strade colpite da frane e smottamenti e per il controllo dei ponti e dei viadotti.

Durante la notte il personale Anas è intervenuto insieme a forze dell’ordine e vigili del fuoco per liberare alcuni automobilisti rimasti bloccati tra alcune frane lungo il tratto umbro della Flaminia. Alcune vie di collegamento tra Umbria e Marche, sono ancora interdette alla circolazione. Al momento la SS3 Flaminia resta chiusa tra Scheggia e Pontericcioli per una serie di frane e smottamenti che hanno interessato l’arteria per un’estensione di circa 6 km.
Chiusa anche la strada 452 della Contessa da Gubbio a Pontericcioli sempre a causa di una frana che ha coinvolto un ponticello.

“I tecnici Anas – leggiamo ancora nella nota – stanno effettuando rilievi e valutazioni al fine di ripristinare la circolazione in sicurezza”. Durante la notte è rimasta chiusa, per alcune ore, anche la E45 ad Umbertide, a causa di fango e detriti.

Gli interventi dei mezzi dell’ Anas hanno consentito di riaprire una prima carreggiata intorno alle 3:30 e hanno ripristinato completamente la circolazione poco prima delle 6:00.

 

Articolo precedenteMinistero della Salute, rientrato l’allarme bomba. La conferma di Speranza
Articolo successivoGas, Cingolani: “Ottime chance per il price cap entro fine mese”