maiali bolliti

Per evitare i costi dello smaltimento delle carcasse, i gestori di un allevamento di maiali per la produzione di prosciutti a Reggio Emilia, bolliva in un pentolone le carcasse degli animali. Sono stati multati con 10mila euro

Animali morti bolliti in un enorme pentolone per evitare di dover pagare i costi per lo smaltimento delle carcasse. È ciò che facevano i titolari di un allevamento di maiali di Reggio Emilia.

Nell’allevamento dove vengono cresciuti i maiali destinati alla macellazione per la produzione di prosciutti con marchio Dop, pare che la pratica di bollire le carcasse degli animali morti fosse abituale.

La storia è stata portata alla ribalta grazie a una segnalazione giusta all’associazione Essere Animali. Alcuni attivisti insieme alla giornalista Giulia Innocenzi sono riusciti a entrare all’interno dell’allevamento.

Le immagini girate e pubblicate in esclusiva su ilfattoquotidiano.it mostrano carcasse di cuccioli di maiali (ma anche esemplari adulti) bollire in un grosso pentolone.

“I Nas – racconta Simone Montuschi, uno dei fondatori dell’associazione Essere Animali – hanno colto il proprietario con le mani nel sacco, o meglio nel pentolone. Hanno quindi sequestrato tutto e multato l’allevatore. Siamo probabilmente di fronte al reato di deposito illecito di rifiuti pericolosi“.

La sanzione comminata sarebbe di 10mila euro. Inoltre dai controlli si è scoperto che l’acqua della bollitura dei maiali morti andava nei reflui dell’allevamento, con il rischio di finire nel terreno usato per le coltivazioni.

Le regole sullo smaltimento degli animali morti 

Gli allevamenti di animali di qualsiasi tipo in Italia hanno delle regole ben precise relativamente a come smaltire le carcasse degli esemplari morti. 

“Le carcasse – ha spiegato il veterinario Dario Buffoli devono essere recuperate da una ditta specializzata e portate in un inceneritore”. E questo perché si tratta di un rifiuto pericoloso. “Deve esserci uno smaltimento corretto, in modo che la carcassa non possa veicolare patologie o malattie ad altri animali”, ha continuato il medico.

 

Articolo precedenteI Talebani impongono il burqa alle donne afghane. Dovranno indossarlo ovunque in pubblico
Articolo successivoUn uomo di 80 anni ha piantato oltre 3mila baobab contro la desertificazione in Burkina Faso