Eventi

La ricetta pop di Mangiacinema 2.1? Pesto alla parmigiana: olio, pomodoro, acciughe e Parmigiano

Condividi

Per la prima volta insieme, Francesco Coppini (cotitolare Coppini Arte Olearia), Roberto Ranieri (presidente Azienda sperimentale Stuard), Irene Rizzoli (amministratore delegato Delicius), Nicola Bertinelli (presidente Consorzio Parmigiano Reggiano). Con uno speciale show cooking di Cristina Cerbi (chef Osteria di Fornio)

Mangiacinema – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso è un Festival abituato a sorprendere il pubblico, “sfornando” e servendo ogni anno ricette sempre nuove ed originali.
Durante l’ottava edizione – che si terrà a Salsomaggiore Terme dal 15 al 19 e dal 24 al 26 settembre, dedicata quest’anno a Bud Spencer – ne verrà proposta una assolutamente inedita, ma strettamente legata al territorio, che celebra la Food Valley. “Pesto alla parmigiana: olio, pomodoro, acciughe e Parmigiano” è l’evento (come tutti quelli di Mangiacinema, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili) in programma sabato 18 settembre, al pomeriggio, al Palazzo dei Congressi.
Invitati dal direttore artistico Gianluigi Negri e insieme per la prima voltacinque saranno i protagonisti di questo vivace e gustoso confronto, arricchito da uno speciale show cookingFrancesco Coppini, Roberto Ranieri, Irene Rizzoli, Nicola Bertinelli e Cristina Cerbi.  

Mangiacinema, Lucrezia Lante della Rovere madrina dell’ottava edizione

TRE GRANDI FAMIGLIE E UN’AZIENDA GESTITA COME UNA FAMIGLIA
In questa edizione di Mangiacinema 2.1 (Ritorno al futuro – Family edition) non potevano mancare i rappresentanti di tre grandi famiglie del parmense e il presidente di un’azienda sperimentale gestita come se fosse una famiglia.
Condotto dal giornalista della Gazzetta di Parma Sandro Piovani (responsabile dell’inserto “Gusto”), l’evento vedrà la partecipazione di Francesco Coppini (cotitolare dell’azienda Coppini Arte Olearia di San Secondo Parmense) con il suo pregiato extravergine, di Irene Rizzoli (amministratrice delegata di Delicius di San Polo di Torrile e già protagonista nella seconda edizione di Mangiacinema) con le sue deliziose acciughe, di Nicola Bertinelli (presidente del Consorzio Parmigiano Reggiano) con il re dei formaggi, di Roberto Ranieri (presidente dell’Azienda agraria sperimentale Stuard, la prima ad impegnarsi nel recupero dell’antica varietà di pomodori Riccio di Parma o tomàca ‘d Pärma).

QUATTRO INGREDIENTI (STRAORDINARI), UNO SHOW COOKING (DA NON PERDERE)
Ad unire i quattro sapori e profumi in perfetta armonia, penserà Cristina Cerbi, apprezzatissima chef dell’Osteria di Fornio. Già protagonista lo scorso anno a Mangiacinema, è da sempre (fin dalla prima edizione del 2016) sostenitrice di Mangiamusica al Teatro Magnani di Fidenza.

PARTNER 2021
Oltre al sostegno del Comune, per l’ottavo anno del Festival del cinema di Salsomaggiore (che porta nella città termale turisti, visitatori e grandi nomi dello spettacolo e del mondo del gusto) il main partner è Gas Sales Energia. Gli Special partner sono Infinite Statue del gruppo Cosmic Group di Salsomaggiore e Conad Centro Nord.
Media partnerRadio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), il settimanale Film Tv, l’agenzia di stampa Italpress, l’emittente Teleambiente, le testate GustoH24Italia a Tavola Stadiotardini.it.
Premi Mangiacinema 2021 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

Mangiacinema 2.1 si svolgerà nello splendido Palazzo dei Congressi: la bellissima Sala Cariatidi si chiamerà, per gli otto giorni del Festival, Sala Bud Spencer.

(Visited 50 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago