Il Made in Italy sotto l’ombrellone con ‘Tipici da spiaggia’, specialità gastronomiche in 1500 stabilimenti

14Made in Italy. Le vacanze in spiaggia come occasione di degustazione di specialità locali (vini, formaggi, olio, frutta, ecc.), presentate dagli stessi agricoltori che rendono ogni regione unica ed esclusiva.

E’ l’obiettivo dell’iniziativa “Tipici da spiaggia“, la cultura del Made in Italy sotto l’ombrellone.

Made in Italy, dal 1 luglio scatta lo sconto sulle birre artigianali

All’iniziativa, patrocinata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo, parteciperanno chef, ristoratori ed imprenditori per raccontare la storia del territorio e dei prodotti tipici.

“II Ministero che rappresento vuole essere sempre di più non solo attore istituzionale ma punto di riferimento strategico per valorizzare e promuovere le nostre eccellenze agroalimentari e i nostri territori – ha dichiarato il Ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco Centinaio – quello che ho in mente è un Sistema Paese, un modello che passa proprio attraverso l’abbinamento agricoltura-turismo”.

“Con questa iniziativa – ha aggiunto – i prodotti made in Italy, Dop e Igp, ma anche la ristorazione, i pubblici esercizi incontrano il turismo. II connubio tra agricoltura e turismo, enogastronomia e territorio, è nella natura del nostro Paese e intendiamo continuare a Iavorare con l’Enit, le Regioni, i privati per offrire servizi ed esperienze sempre migliori e all’altezza delle aspettative. C’è un Italia da vedere, mangiare e da bere e la dobbiamo promuovere e far conoscere sia agli italiani che all’estero, anche sotto l’ombrellone”.

Made in Italy, i dazi di Trump minacciano il 50% dei prodotti esportati in USA

“Il Sindacato Italiano Balneari aderente a FIPE/Confcommercio – ha detto il presidente del S.LB., Antonio Capacchione – ha deciso di mettersi al servizio della nostra agricoltura promuovendo le eccellenze enogastronomiche italiane negli stabilimenti balneari associati”.

I nostri stabilimenti balneari sono diventati i luoghi della socializzazione: le nuove ‘piazze’ dove ci si incontra, si familiarizza, si scambiano opinioni e pensieri.

La balneazione attrezzata italiana, composta da oltre 30.000 aziende, perlopiù a gestione familiare, dove si registrano decine di milioni di presenze turistiche nazionali ed internazionali, può costituire un utile strumento per far meglio conoscere il nostro territorio con le sue eccellenze e per Ia crescita della nostra agricoltura.

Made in Italy, accordo Plasmon – Mipaaft per prodotti per l’infanzia più sicuri

“Promuovere l’enogastronomia italiana del territorio circostante alle nostre imprese – ha concluso Capacchione – oltre ad essere utile all’agricoltura, rafforza la competitività, nel mercato internazionale delle vacanze, del turismo italiano nel suo complesso e dello stesso segmento balneare, perché il turista è sempre più curioso e desideroso di conoscere non solo i luoghi, ma anche e soprattutto i prodotti tipici”.

Tre gli appuntamenti negli stabilimenti balneari aderenti al Sindacato Italiano Balneari: 29 giugno, 27 luglio e 31 agosto.

(Visited 110 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!