AttualitàEventiVideo

Made in Italy, emessa moneta dedicata a Tortellini e Lambrusco

Condividi

Alfonso Pecoraro Scanio: “Nuovo omaggio al Made in Italy. Emessa oggi la moneta dedicata a Tortellini e Lambrusco”. “Sempre più #NoFakeFood, difendere tipicità contro agropirateria”.

I tortellini, un mattarello, uno spicchio di parmigiano con il tipico coltellino, un uovo e un calice di Lambrusco. Dopo la moneta dedicata alla pizza napoletana e alla mozzarella, ecco una delle nuove monete celebrative della Collezione Numismatica 2021, coniata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.

La moneta, del valore nominale di 5 euro, con una tiratura di 12.000 esemplari, fa parte della Serie Cultura Enogastronomica Italiana: si tratta di un omaggio all’Emilia-Romagna e alle sue eccellenze enogastronomiche ed è stata presentata a Roma presso La Serra del Palazzo delle Esposizioni.

Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde e promotore della campagna #NoFakeFood a tutela del Made in Italy, che da Ministro delle Politiche Agricole ha coniato il termine “agropirateria”, ad intendere i casi dei falsi alimentari che rimandano all’italianità dei prodotti, anche associando false indicazioni di origine, ha salutato con soddisfazione questa nuova iniziativa.

“Roma Capitale degli italiani vuole valorizzare queste identità territoriali. Ringrazio l’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato per questa importante serie che ci aiuta a difendere il Made in Italy contro l’Agropirateria“, ha dichiarato Alfonso Pecoraro Scanio. Ringraziamento rilanciato dalla Sindaca Raggi e dalla Senatrice De Petris.

(Visited 65 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago