MADAGASCAR, L’UCCELLO PIU’ RARO DEL MONDO NON E’ ESTINTO

Madagascar.  L’Aythya innotata, conosciuta anche come «moretta del Madagascar», è un’anatra tuffatrice ritenuta estinta per 15 anni. Dal 2006 i conservazionisti dell’organizzazione Wwt hanno lavorato per favorire la loro riproduzione e per reintrodurre in natura questi volatili.

L’uccello definito il più raro del mondo torna nel suo ambiente naturale. C’è voluto oltre un decennio di lavoro, ma il team internazionale, che comprendeva WWT, Durrell Wildlife Conservation Trust, The Peregrine Fund e il governo del Madagascar, dalla manciata di uova salvate e allevate in cattività ha potuto riportare in natura questo  animale rarissimo. In questi giorni, finalmente, 21 morette del Madgascar, definite da WWT “gli uccelli più rari al mondo”, sono tornate in libertà sul lago Sofia, agevolate da due uccelliere galleggianti costruite appositamente in Inghilterra per favorire il loro adattamento al nuovo ambiente.  Prima della sua riscoperta nel 2006  l’ultimo avvistamento della moretta era stato fatto nel 1991. Dodici anni fa sono stati rinvenuti gli ultimi 25 esemplari della specie in un piccolo lago sperduto, dove si erano ritirati quando il loro habitat naturale era diventato troppo inquinato

Per  più di dieci anni, i conservazionisti dell’organizzazione «The Wildfowl & Wetlands Trust» (Wwt) hanno lavorato per favorire la loro riproduzione e per reintrodurre in natura questi volatili: “Ci vuole un villaggio per allevare un bambino, così dice il vecchio proverbio africano, ma in questo caso c’è voluto un villaggio per allevare un’anatra. Ci stiamo preparando a questo momento da oltre un decennio”, Nigel Jarrett, capo dell’allevamento della Wwt in Madagascar.

Si conoscono poche informazioni su questa anatra tuffatrice, e la sua riscoperta ha potuto dare l’opportunità di studiare questa specie allo stato selvatico e di valutare la vitalità di questa ultima popolazione.

(Visited 118 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diventa Green!