Luca Parmitano: “L’ambiente è una sfida di civiltà da vincere, la Terra è fragile e il cambiamento climatico è in atto. Porterei i leader mondiali nello spazio affinché se ne accorgano”.

Luca Parmitano a difesa dell’ambiente e della Terra. L’astronauta, primo italiano al comando della Stazione spaziale internazionale (Iss), è intervenuto durante ‘Live in’, la due giorni di eventi organizzata a Firenze da SkyTg24. “Come tutti gli astronauti, sono innamorato del nostro Pianeta e la sfida che dobbiamo assolutamente vincere è quella dell’ambiente” – ha spiegato Parmitano – “È una sfida di civiltà, che deve partire dal comprendere che tutto il territorio è nostro, compresi gli spazi pubblici perché anche questi appartengono alla comunità“.


Luca Parmitano lancia anche un messaggio ai leader mondiali, capi di Stato e di governo: “Li porterei tutti nello spazio perché vedano, coi loro occhi, la bellezza e la fragilità della Terra, la linea sottile dell’atmosfera fra lo spazio e la vita e soprattutto il cambiamento climatico che sta avvenendo“.

Spazio, parte il primo viaggio con equipaggio usando un razzo riciclato

Proprio sul clima, l’astronauta italiano ha lanciato l’allarme: “Nell’ultimo decennio ho visto un incremento di fenomeni sempre più violenti, come le ondate di caldo, e deve essere capito che questo è l’effetto delle attività umane. La tutela dell’ambiente è un investimento e dovrebbe essere un terreno fertile per gli imprenditori“.

Articolo precedentePac, raggiunto in extremis un accordo che lascia scontenti gli ambientalisti
Articolo successivoPnrr, l’Ue boccia i piani di Eni: “Fondi solo all’idrogeno verde”. Esultano gli ambientalisti: “No al greenwashing”