AttualitàEventiRoma

#NonCiFermaNessuno, con Roma si chiude il tour di Luca Abete nelle università italiane

Condividi

Si conclude il tour #NonCiFermaNessuno, ideato da Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia. Con l’ultima tappa a Roma, in le 10 città  coinvolte presente anche Corepla per portare il tema della sostenibilità nelle università italiane.

Giovedì 27 maggio, dalle ore 15, sarà realizzata la conferenza stampa di chiusura del tour #NonCiFermaNessuno. Sono emozionatissimo. E’ stato un piccolo miracolo realizzato con una squadra fantastica che ha creduto in questo progetto. Faremo un bilancio – conclude Luca Abeteed un resoconto dettagliato di questo esperimento riuscitissimo e molto apprezzato da migliaia di studenti universitari italiani.”

Oggi 27 maggio alle ore 15:00 la conferenza stampa conclusiva del tour. 

#NonCiFermaNessuno, il tour di Luca Abete porta il tema della sostenibilità nelle università italiane

Gli studenti della Sapienza Università di Roma sono stati i protagonisti dell’ultima tappa del tour motivazionale #NonCiFermaNessuno, la campagna sociale motivazionale destinata agli studenti delle Università italiane, animata dal carisma e dall’energia del noto inviato di Striscia la Notizia Luca Abete.Questa decima ed ultima tappa – sottolinea Luca Abete – ha confermato quanto i ragazzi apprezzino questo format che parla loro di fiducia, coraggio e di sconfitte che possono rivelarsi utili per la propria crescita. Abbiamo spostato il focus sulle sconfitte più che sulla vittoria a tutti i costi, coniugando il concetto di coraggio in tutte le forme possibili, dando voce a docenti, tantissimi studenti ed ospiti di grande spessore“.

 

 

Ed è proprio contagiamoci di coraggio”, il claim legato alla settima edizione del tour, che, in streaming ha accolto centinaia di studenti. Il format, prodotto da LAB Production, vanta il patrocinio della Conferenza dei Rettori delle Università italiane (Crui) e la medaglia del Presidente della Repubblica per l’alto valore sociale e sperimentale del linguaggio utilizzato e ha come obiettivo stimolare gli studenti universitari italiani a vivere in maniera costruttiva le esperienze negative che la vita presenta.

A valorizzare il contenuto del format Fabrizio D’Ascenzo, Preside della Facoltà di Economia della Sapienza Università di Roma: “Questo è il momento migliore per gridare non ci ferma nessuno! Ragazzi, torneremo presto ad incontrarci. Un pò alla volta riappropriamoci della fiducia, primo passo per ricostruire il presente e pensare al futuro“, spiega D’Ascenzo. Abete ha ripercorso le tappe della sua esperienza personale e professionale, analizzando i momenti più significativi della sua esperienza, fornendo una serie di spunti di riflessione dibattuti nel talk.

Appassionanti anche gli interventi dei 2 attesissimi ospiti. Allo scultore Jago, è stato affidato il compito di parlare di creatività al servizio del coraggio. “Non aver paura di aver coraggio è questa la prima regola che deve accompagnarvi nella quotidianità. Il coraggio è un gesto, un gesto che bisogna compiere prima su se stessi. Se vuoi costruire qualcosa di nuovo devi buttarti e correre il rischio di essere addirittura felice“.

Luca Abete ha definito, l’altro ospite della tappa romana, Gessica Notaro un autentico monumento al coraggio: “Ogni donna ha una sua storia e, spesso, denunciare un abuso, un maltrattamento, non è semplice. L’amore ci deve far star bene, se iniziamo ad avvertire dei disagi, dei fastidi, siamo di fronte a dei grandi campanelli d’allarme. Può essere essenziale parlarne con le persone più vicine, senza paura o vergogna. Trovare poi una soluzione può essere più facile”.

In ogni tappa, con l’obiettivo di valorizzare storie di resilienza provenienti dagli studenti, viene assegnato anche il Premio #NonCiFermaNessuno. Ad aggiudicarselo è stata Marco Valerio Canto studente 23enne della facoltà di Economia che durante lo scorso lockdown si è prodigato in attività di supporto per studenti in difficoltà.

Corepla premia i vincitori della terza edizione di ‘Call for Ideas’ per il recupero della plastica

Quando si parla di valori non si può non far riferimento all’ecosostenibilità, uno dei cavalli di battaglia dell’ideatore del format. “Fatti contagiare dal coraggio di cambiare le cose” è invece la call to action che invita i ragazzi a condividere le pratiche corrette di riciclo delle plastiche con il supporto tecnico di Corepla, Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo ed il recupero degli imballaggi in plastica.

La solidarietà è uno dei valori che la campagna diffonde, grazie anche al gemellaggio con il Banco Alimentare. “L’invito a diventare #VolontariodelBanco” – spiega Abete – riempie il cuore e supporta l’impegno della rete che opera sul territorio al servizio di chi vive il disagio della fame“. #AmiciRari è invece il gemellaggio con UNIAMO, la Federazione delle associazioni che sostengono bambini affetti da malattie rare, in particolare, in questa tappa, quelli colpiti Distrofia muscolare di Duchenne e Becker.

La tappa è stata anche un’occasione per inaugurare il MI CLUB universitario di Roma e presentare il progetto MI CAMPUS, un’iniziativa volta a sostenere gli studenti nei vari atenei ed aiutarli nell’elaborazione di tesi e altri progetti.

(Visited 56 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago