Un vero e proprio omaggio ad una delle celebrità mondiali più impegnate nella difesa dell’ambiente.

Si chiama Uvariopsis dicaprio ed è un albero scoperto solo di recente, che si trova nelle foreste pluviali incontaminate del Camerun. Il nome scientifico è stato scelto dagli esperti dei Giardini Botanici Reali di Kew, in Gran Bretagna, ed è un chiaro omaggio a Leonardo DiCaprio. Il motivo lo ha spiegato il botanico Martin Cheek: “Il suo impegno è stato cruciale per fermare la deforestazione in quell’area“.

Don’t look up, Leonardo DiCaprio svela il significato del film

L’attivismo ambientalista di Leonardo DiCaprio non è certo un mistero, ma nello specifico la star di Hollywood mise la propria fama al servizio di una campagna contro la deforestazione nella foresta di Ebo, che ospita gli indigeni Banen ed è una vera e propria culla di biodiversità. Alla fine, dopo l’appello di scienziati di tutto il mondo e dello stesso DiCaprio, il Governo del Camerun aveva deciso di vietare la deforestazione. Lo riporta la BBC.

<blockquote class=”twitter-tweet”><p lang=”en” dir=”ltr”>Every year, we work with our partners around the world to identify and protect unknown plant and fungi species. <br><br>In 2021, 205 species were named new to science! 🌱🍄<br><br>Find out more: <a href=”https://t.co/TTMTvsBdWp”>https://t.co/TTMTvsBdWp</a> <a href=”https://t.co/REG9ERxbRT”>pic.twitter.com/REG9ERxbRT</a></p>&mdash; Kew Gardens (@kewgardens) <a href=”https://twitter.com/kewgardens/status/1479048871426859011?ref_src=twsrc%5Etfw”>January 6, 2022</a></blockquote> <script async src=”https://platform.twitter.com/widgets.js” charset=”utf-8″></script>

L’albero dedicato a Leonardo DiCaprio è la prima pianta ufficialmente riconosciuta dai botanici britannici, con tanto di nome scientifico, nel 2022. La scoperta è stata pubblicata nella rivista scientifica PeerJ. Questo piccolo albero presenta delle foglie gialle e lucide, che crescono direttamente dal tronco; appartiene alla stessa famiglia dell’ylang-ylang ed è considerato una specie minacciata, che cresce solo in una piccola area della foresta.

Clima, negli Usa neve in California e caldo record in Alaska

Lo scorso anno, i botanici di Kew e i loro collaboratori hanno dato i nomi a oltre 200 nuove piante in tutto il mondo. Molte di queste sono già praticamente estinte o comunque seriamente a rischio a causa della deforestazione, della siccità, delle inondazioni e degli incendi. Tutti eventi sempre più estremi e frequenti a causa del cambiamento climatico. Purtroppo, fino a quando una nuova specie non viene riconosciuta con tanto di nome scientifico ufficiale, proteggerla e stimarne il rischio di estinzione è praticamente impossibile.

La nostra ultima possibilità di proteggere alcune specie vegetali è scoprirle e classificarle, prima che possano estinguersi senza che neanche ce ne accorgiamo” – ha spiegato il dottor Martin Cheek – “Ci sono ancora migliaia di piante e forse milioni di funghi di cui ancora non sappiamo nulla, ma il loro habitat è probabilmente sempre più distrutto dall’uomo senza sapere minimamente cosa c’è lì“.

Articolo precedenteRoma, otto nuove isole ecologiche coi fondi del Pnrr
Articolo successivoSpagna, il riconoscimento degli animali come “esseri senzienti” non ferma la corrida