Attualità

Buon compleanno Leonardo DiCaprio! Oggi l’attore in prima linea per l’ambiente compie 46 anni

Condividi

Buon compleanno Leonardo DiCaprio! L’attore hollywoodiano, da sempre tra i più impegnati sul fronte della salvaguardia dell’ambiente, oggi compie 46 anni.

Leonardo DiCaprio compie oggi 46 anni. L’attore debuttò sul piccolo schermo da bambino, a soli 5 anni, in uno spot ed ha iniziato la sua carriera a 16 anni con il suo primo ruolo nella serie “Genitori in Blue Jeans“.

Nel 2016 arriva l’agognato Oscar come miglior attore per la sua interpretazione di Hugh Glass in Revenant – Redivivo, di Alejandro González Iñárritu. 

Ma oltre che con la recitazione l’attore è da anni in prima linea per la salvaguardia del nostro pianeta.

DiCaprio unisce le forze con altri big per salvare il pianeta: nasce Earth Alliance

Con la “Leonardo DiCaprio Foundation“, istituita nel 1998, l’attore si è impegnato per mobilitare oltre 100 milioni di dollari per sovvenzionare progetti ambientali in tutti e sette i continenti. Poi con il il lancio di Earth Alliance, le due organizzazioni hanno unito le forze. L’organizzazione no profit vuole combattere il cambiamento climatico “proteggere gli ecosistemi e la fauna selvatica, assicurare una giustizia climatica, sostenere le energie rinnovabili e garantire i diritti degli indigeni a beneficio di tutte le vite sulla Terra”. Inoltre l’organizzazione fornirà borse di studio ed opportunità educative, finanziando anche la realizzazione di documentari.

Incendi Australia, DiCaprio dona 3 milioni di dollari con la sua associazione

Ha incontrato anche la giovane attivista svedese Greta Thunberg: “Ci sosterremo a vicenda nella battaglia ambientalista. Spero che il messaggio di Greta possa svegliare i leader mondiali che il tempo dell’inerzia sia finito. È per merito suo e degli altri giovani attivisti nel mondo che sono ottimista nei riguardi del futuro”.

DiCaprio incontra Greta: “E’ merito suo se sono ottimista sul futuro”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

There are few times in human history where voices are amplified at such pivotal moments and in such transformational ways – but @GretaThunberg has become a leader of our time. History will judge us for what we do today to help guarantee that future generations can enjoy the same livable planet that we have so clearly taken for granted. I hope that Greta’s message is a wake-up call to world leaders everywhere that the time for inaction is over. It is because of Greta, and young activists everywhere that I am optimistic about what the future holds. It was an honor to spend time with Greta. She and I have made a commitment to support one another, in hopes of securing a brighter future for our planet. #FridaysforFuture #ClimateStrike @fridaysforfuture

Un post condiviso da Leonardo DiCaprio (@leonardodicaprio) in data:

Gli ambientalisti a fine 2018 avevano lanciato l’allarme sulla prigione di balene di Nakhodka, nella Russia orientale vicino a Vladivostok.  E’ stata una petizione di change.org firmata anche da star come Leonardo di Caprio a liberarle.

Balene, liberate in Russia grazie a una petizione. Tra i firmatari Leonardo Di Caprio

Nel 2016 l’attore ha realizzato il documentario Before the Flood. Girato in collaborazione con il National Geographic e con sé stesso come solo protagonista, gira il mondo per capire e raccontare quello che sta succedendo, quali sono le cause del riscaldamento, gli effetti sulla Terra e quello che possiamo concretamente fare per salvare il pianeta.

Poi nel 2019 il nuovo documentario “Ice on Fire”, firmato HBO, presentato a maggio al Festival di Cannes e nei giorni scorsi la premiere a Los Angeles. Sarà in onda a giugno negli USA. DiCaprio ne è produttore, insieme al padre George DiCaprio e Mathew Schmid, nonchè voce narrante. La regia è stata invece affidata a Leila Conners, già regista di “The 11th hour“.

(Visited 29 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago