Home Attualità “Leonardo produce armi”, il Vaticano rifiuta 1,5 milioni per il Bambino Gesù

“Leonardo produce armi”, il Vaticano rifiuta 1,5 milioni per il Bambino Gesù

leonardo vaticano bambino gesu

L’azienda (ex Finmeccanica) presieduta da Stefano Pontecorvo e diretta da Roberto Cingolani: “Avevamo proposto la donazione al Gaslini”. Ma l’ospedale pediatrico genovese smentisce.

Il Vaticano ha respinto una donazione da ben 1,5 milioni di euro per il Bambino Gesù da parte di Leonardo, l’azienda pubblica italiana che produce aerei e sistemi di difesa. Il motivo è molto semplice: la coerenza della condanna di Papa Francesco verso produttori e commercianti di armi, ma anche le nuove politiche finanziarie della Santa Sede che rifiutano donazioni o investimenti di realtà economiche estranee alla Chiesa.

La donazione di 1,5 milioni di euro sarebbe stata proposta per finanziare l’acquisto di macchinari di ultima generazione per curare bambini affetti da malattie rare. La notizia ha suscitato parole di encomio nei confronti di Papa Francesco, mentre Leonardo (ex Finmeccanica, presieduta da Stefano Pontecorvo e con Roberto Cingolani amministratore delegato) ha spiegato di aver effettuato, a Natale, una donazione alla Fondazione Gaslininsieme Ets e non al Bambino Gesù. Dall’ospedale pediatrico genovese Gaslini, però, fanno sapere di non aver mai ricevuto quella proposta di donazione.