Consumo CriticoTerritorio

LEONARDO DI CAPRIO LANCIA UNA LINEA DI ABBIGLIAMENTO VEGANO

Condividi

Leonardo Di Caprio. Restano davvero pochi giorni per acquistare gli abiti vegani lanciati dalla Leonardo Di Caprio Foundation in collaborazione con il Jane Goodall Institute.

Una vendita “lampo” che ha lo scopo di sensibilizzare il mondo in merito ai crescenti rischi corsi dai primati.

Pericoli come il bracconaggio ed il commercio illegale.

Ma anche – come specificato sul sito della Leonardo Di Caprio Foundation – “Attività umane come l’agricoltura, l’abbattimento degli alberi [anche antichi] e la preparazione del legname, l’estrazione di petrolio e gas, le miniere, la costruzione di dighe e di nuove strade, con l’aggiunta del cambiamento climatico hanno distrutto e frammentato in maniera drammatica l’habitat delle scimmie”.

Il tema scelto è quello delle scimmie, sempre più a rischio estinzione.

La linea di abiti, chiamata chiama “Don’t let them disappear”, slogan presente anche sui vestiti promossi, vuole rendere onore alle cinque specie più iconiche:scimpanzé, gorilla, gibbone, orango tango e bonobo.

In vendita fino al 16 novembre (in Italia fino alle 8 di mattina del 17 a causa del fuso orario), troviamo t-shirt in cotone bio al prezzo di 26,49 euro e felpe sportive in poliestere al prezzo di 39,73 euro.

L’attore hollywoodiano, da tempo vicino al mondo green e vegan, sta portando avanti la sua lotta per la difesa del pianeta a 360 gradi.

È di questi giorni la notizia che Leonardo Di Caprio ha investito nel marchio vegano Beyond Meat, una startup che produce cibi simili alla carne (nel gusto e nell’aspetto), 100% vegetali.

“Sono entusiasta di accogliere ufficialmente Leonardo DiCaprio nella famiglia Beyond Meat – ha dichiarato Ethan Brown, CEO di Beyond Meat – il suo investimento riflette perfettamente la nostra visione in cui i prodotti alimentari provenienti dalle piante hanno vantaggi per la salute umana, il clima, le risorse naturali e gli animali ovviamente”.

Lo stesso Leonardo Di Caprio ha spiegato che “il passaggio da carne animale a carne vegetale, come fa Beyond Meat, è una misura pontentissima per combattere le emissioni di carbonio e per ridurre l’impatto sul nostro clima. Esempio concreto di questo progetto è il Beyond Burger, distribuito prima in un supermercato, l’anno scorso nei Colorado Whole Foods Market, e attualmente acquistabile in oltre 2.500 negozi di alimentari e ristoranti nazionali come il TGI Fridays”.

 

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago