La fondazione Lego ha lanciato il concorso “Build a World of Play” , una sfida globale per finanziare soluzioni coraggiose a supporto dei bambini in difficoltà.

Un concorso globale da 143 milioni di dollari per finanziare soluzioni coraggiose o che supportino lo sviluppo infantile nelle nazioni in difficoltà.

Plastica, la ricerca del “Tesoro sommerso di Lego” svela un disastro ambientale

Questo è la base della sfida “Build a World of Play” che la Lego Foundation ha lanciato in tutto il mondo per contrastare  quella che Anne-Birgitte Albrectsen, CEO LEGO Foundation, ha definito “un’emergenza globale della prima infanzia”, caratterizzata da una perdita di accesso a servizi e assistenza e aggravata ancor più dalla pandemia.


“Build A World of Play Challenge” permetterà a tutte le organizzazioni che si occupano di aiutare i più piccoli in qualsiasi parte del mondo, di fare un’offerta per ottenere una parte della sovvenzione di 143 milioni di dollari.

Cop26, dalla Lego un “libretto di istruzioni” per spiegare ai bambini la crisi climatica

L’importo, conferma l’impegno di LEGO Foundation nel garantire ai bambini di tutto il mondo l’opportunità di imparare: un’azione ancora più importante perché presentata durante il 90° anniversario del marchio LEGO. Questa iniziativa sosterrà l’apprendimento durante l’infanzia e lo sviluppo di tutte quelle competenze olistiche che assicurino ai bambini e alle bambine una crescita sana e il raggiungimento del loro massimo potenziale.

Plastica in mare, quanto dura? Il singolare studio sui mattoncini Lego

“Tutti i bambini hanno il diritto di sentirsi al sicuro e di avere accesso a un’istruzione e a un’assistenza sanitaria di qualità. Ad oggi però, lo sviluppo della prima infanzia non solo è stato scarsamente riconosciuto, ma anche gravemente sottofinanziato”, ha commentato Thomas Kirk Kristiansen, presidente del consiglio di amministrazione Lego Foundation, e rappresentante della quarta generazione della famiglia proprietaria del Gruppo Lego.I bambini sono i costruttori di domani. Per costruire un mondo migliore per le generazioni future – puntando su innovazione e azione – dobbiamo lavorare insieme. Se non investiamo sui più piccoli, non investiamo nel nostro futuro collettivo”.

Articolo precedenteDagli scarti agricoli una bio-pellicola per la frutta, l’idea di una startup italiana
Articolo successivoUn ragazzo porta dei fiori sulla tomba della sua fidanzata: è stato arrestato per littering