Breaking News

LE NOTIZIE DEL GIORNO IN PILLOLE

Condividi

Le notizie del giorno in pillole.

PD: MINNITI EVOCA LARGHE INTESE, RENZI E GENTILONI FRENANO
C.DESTRA SI DIVIDE NELLE KERMESSE, MAI IN PIAZZA INSIEME

Nervosismo nel Pd per l’apertura di Minniti a un governo di unita’ nazionale. ‘Il disfattismo e’ il nostro peggior nemico’, dice Renzi. E Gentiloni suona la carica: ‘Possiamo recuperare lo
svantaggio’. Intanto il centrodestra appare diviso: nessuna piazza comune, con Salvini e Berlusconi che declinano l’invito di Meloni domenica a Roma. Il leader leghista radunera’ i suoi il
24 a Milano, quello forzista il giorno dopo sempre nel capoluogo lombardo.

FLORIDA, IL KILLER CONFESSA. AL FAST FOOD DOPO LA STRAGE
MIGLIAIA ALLE VEGLIE, 17 PALLONCINI IN CIELO PER LE VITTIME

Ha confessato di essere l’autore della strage nel liceo Marjory Stoneman Douglas in Florida Nikolas Cruz, l’ex studente 19enne fermato subito dopo la sparatoria. ‘Avevo le munizioni nello
zaino – ha detto – quando e’ iniziata la fuga, mi sono mescolato alla folla’. Dopo la mattanza, Cruz e’ andato in un fast food. L’arresto, quando e’ uscito. A migliaia hanno partecipato alle veglie per le 17 vittime, per ciascuna liberato un palloncino in cielo. Appello delle madri delle vittime a Trump, basta stragi.

IL SENATO USA BOCCIA LA PROPOSTA DI TRUMP SU DREAMER E MURO
ERA PREVISTA SANATORIA MA ANCHE ABOLIZIONE LOTTERIA VISTI

Il Senato Usa ha respinto un progetto di legge repubblicano che recepiva la proposta della Casa Bianca su dreamer e immigrazione, dopo aver bocciato poco prima una iniziativa bipartisan su cui Trump aveva minacciato il veto. La proposta del presidente prevedeva una ‘sanatoria’ per 1,8 milioni di dreamer, fondi per il muro e la sicurezza del confine, ma anche l’abolizione della lotteria dei visti e la riduzione della catena migratoria al nucleo famigliare.

CARTA STAMPATA HA ALTRI 10 ANNI DI VITA, PER IL CEO DEL NYT
‘DECIDEREMO SU BASE ECONOMICA MA STIAMO RAFFORZANDO DIGITALE’

La carta stampata puo’ avere altri dieci anni di vita, almeno nel caso del New York Times: e’ quanto prevede il ceo del quotidiano Mark Thompson. ‘Credo – ha detto – che i nostri prodotti
stampati sopravviveranno almeno altri 10 anni, ma stiamo rafforzando anche il business digitale’. Il manager ha auspicato che l’edizione cartacea sopravviva a lungo, ma ha ammesso che
potrebbe avere una data di scadenza.

BIBI BALLANDI, A IMOLA LA CAMERA ARDENTE. DOMANI I FUNERALI
IL CORDOGLIO DELLE STAR, DA BOCELLI A BOLLE E CELENTANO

Sara’ aperta dalle 10 alle 19 la camera ardente allestita a Imola per Bibi Ballandi, il produttore televisivo morto ieri a 71 anni. Nuova apertura sabato dalle 8 alle 9, poi i funerali a
Baricella, citta’ natale di Ballandi. Unanime il cordoglio degli artisti: da Bocelli (porteremo con noi il suo esempio) a Bolle (hai cambiato anche la mia storia) e Celentano (ciao, indimenticabile amico).

CINEMA: JENNIFER ANISTON E JUSTIN THEROUX SI SEPARANO
‘SCELTA CONDIVISA’. INSIEME DAL 2012, NON HANNO FIGLI

Jennifer Aniston e Justin Theroux si separano. A dare la notizia e’ la coppia, ‘per evitare speculazioni dei tabloid’. L’attrice e il regista, che non hanno figli, si erano fidanzati nell’agosto
del 2012 e si erano sposati tre anni dopo. ‘E’ una scelta condivisa – assicurano – fra noi restano amore e rispetto’.

(ANSA).

(Visited 58 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago