Breaking News

LE NOTIZIE DEL GIORNO IN PILLOLE

Condividi

Le notizie del giorno in pillole.

OK AL DECRETO DIGNITA’. DI MAIO,E’ LA WATERLOO DEL PRECARIATO
STRETTA SUI CONTRATTI A TERMINE, SCURE SU DELOCALIZZAZIONI

Via libera del Consiglio dei ministri al dl Dignita’, che prevede – fra l’altro – una stretta sui contratti a termine, un pacchetto fisco ‘light’ con ritocchi al redditometro, lo spostamento della scadenza dello spesometro al 28 febbraio, lo stop allo ‘split payment’ solo per i professionisti e la
‘guerra’ alle aziende che delocalizzano in paesi extra Ue. Un provvedimento con il quale il governo intende ‘licenziare il Jobs Act’. “E’ la Waterloo del precariato, e’ finita l’epoca del precariato senza alcun tipo di ragione”, commenta Di Maio. Inparticolare, si sottolinea ‘la vita breve dei contratti a
termine’ che potranno durare al massimo 24 mesi, e senza causale al massimo due anni anziche’ tre. C’e’ poi la stretta sulla pubblicita’ di giochi, dalla quale viene pero’ esclusa la Lotteria Italia.

MIRACOLO IN THAILANDIA, VIVI I RAGAZZI DISPERSI NELLA GROTTA
MA POTREBBERO ESSERE NECESSARI OLTRE 4 MESI PER SALVARLI

Sono stati trovati vivi e in buone condizioni di salute i 12 ragazzi dispersi con il loro allenatore in una grotta della Thailandia dal 23 giugno. Tuttavia, potrebbero volerci oltre 4 mesi per riportarli in superficie. Secondo un portavoce, i ragazzi – tutti tra gli 11 e i 16 anni – dovranno
essere addestrati alle immersioni durante tutta la stagione delle piogge, che termina a novembre, e attendere che il rischio di precipitazioni scenda. Nel frattempo saranno nutriti e assistiti senza interruzioni, anche psicologicamente. Il gruppo e’ stato trovato a 400 metri dalla cavita’ di ‘Pattaya Beach’, rimasta asciutta durante le inondazioni.

TERZO NAUFRAGIO IN QUATTRO GIORNI, ALMENO ALTRI 100 MORTI
AFFONDA UN GOMMONE A EST DI TRIPOLI, SOLO 16 SUPERSTITI

Un nuovo naufragio di migranti, il terzo in quattro giorni, stavolta con 114 dispersi, e’ stato segnalato dall’Unhcr al largo delle coste libiche dopo quello di domenica sera con 63 dispersi
al largo di Zuara. In un tweet la sezione libica dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati parla di “un altro triste giorno in mare”: 276 rifugiati e migranti sono stati fatti sbarcare a Tripoli, inclusi 16 sopravvissuti di un’imbarcazione che portava 130 persone, delle quali 114 risultano “ancora
disperse”. “Sappiamo che l’imbarcazione e’ salpata da Garabulli un paio di giorni fa ed e’ affondata”, ha commentato un rappresentante dell’Unhcr contattato dall’ANSA riferendosi al
naufragio di ieri e ad una localita’ a est di Tripoli. Lo sbarco dei naufraghi e’ avvenuto “alla base navale di Tripoli”.

GERMANIA, RAGGIUNTO ACCORDO SU MIGRANTI
MINISTRO DELL’INTERNO SEEHOFER RESTA AL SUO POSTO

Angela Merkel e Horst Seehofer sono d’accordo sull’istituzione di centri per richiedenti asilo in cosiddette ‘zone di transito’ in Germania, per risolvere il nodo dei migranti su cui e’ esplosa
la crisi di governo. E’ questo il punto decisivo del ‘compromesso’ raggiunto fra Merkel e il ministro dell’Interno. La Cancelliera: ‘salvaguardato lo spirito europeo’. La Cdu e la Csu intendono destinare i richiedenti asilo gia’ registrati in altri paesi europei in centri di transito alle frontiere fra
Germania e Austria. Da questi centri, i migranti saranno poi direttamente mandati indietro nei Paesi di primo ingresso.

AUSTRALIA, 12 MESI AD ARCIVESCOVO ADELAIDE
PHILIP WILSON, HA COPERTO UN PRETE PEDOFILO

L’arcivescovo cattolico di Adelaide, Philip Wilson, e’ stato condannato a 12 mesi di reclusione per aver coperto un prete pedofilo. Wilson, 64 anni, era stato dichiarato colpevole in maggio da un tribunale di Newcastle, a nord di Sydney. L’arcivescovo, vice presidente della Conferenza Episcopale Australiana, e’ il piu’ alto prelato cristiano al mondo ad essere condannato per questo reato. Era imputato di aver tenuto segreti gli abusi sessuali su 4 minori compiuti dal sacerdote James Fletcher negli anni ’70.

TRE PERSONE UCCISE A CORMANO NEL MILANESE
SI TRATTEREBBE DI UN DUPLICE OMICIDIO-SUICIDIO

Tre persone sono morte per ferite di arma da fuoco nella tarda serata di ieri nell’azienda ‘Seri Cart’ di Cormano (Milano). Si tratterebbe di un duplice omicidio-suicidio: le vittime sono un
60enne, la sua compagna 55enne e il figlio dell’uomo di 43 anni. A trovarli e’ stato il figlio minore del 60enne. A sparare sarebbe stato il 43enne, trovato riverso a terra con la pistola
in mano. Secondo una prima ricostruzione, Romano Platini, 65 anni, titolare dell’azienda, sarebbe stato ucciso a colpi di pistola da suo figlio Maurizio, 43 anni, forse al culmine di una
lite. Cosi’ come la sua compagna, Anita Salsi, 54 anni. Lo stesso 43enne si sarebbe poi tolto la vita con la stessa arma.

MONDIALI: BELGIO AL CARDIOPALMA, 3-2 IN RIMONTA AL GIAPPONE
ERA SOTTO DI 2-0, GOL DEL VANTAGGIO AL 94′ IN CONTROPIEDE

Il Belgio si e’ qualificato per i quarti di finale dei Mondiali battendo a Rostov il Giappone per 3-2, con rete decisiva di Chadli. Dopo essersi ritrovato sullo 0-2, il Belgio ha pietrificato i tanti tifosi nipponici sugli spalti e il ct Nishino con una rete del subentrato Chadli al 94′. Il primo
tempo e’ stato avaro di emozioni, ma la ripresa e’ stata di pura adrenalina: 49 minuti di gioco ed emozioni che rimarranno fra i ricordi di questo Mondiale. Correndo molto piu’ degli avversari,
i Samurai hanno pero’ palesato ‘ignoranza’ calcistica commettendo ingenuita’ e regalando occasioni agli avversari. Nei quarti i belgi affronteranno il Brasile venerdi’ sera a Kazan.

(ANSA).

(Visited 69 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago