Breaking News

LE NOTIZIE DEL GIORNO IN PILLOLE

Condividi

Le notizie del giorno in pillole.

DI MAIO INCONTRA SALVINI, PRIMA TEMI POI NOMI
IN VISTA GOVERNO M5S-LEGA, DAL COLLE 24 ORE. FI NO A FIDUCIA

Incontro oggi tra i leader di Lega e M5s, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, dopo la concessione da parte del capo dello Stato di 24 ore per formare il nuovo governo. ‘Iniziamo dai temi poi i nomi.
La cosa importante e’ il contratto di governo, ci sono soluzioni che gli italiani aspettano da 30 anni’, afferma Di maio. ‘Se c’e’ accordo si parte altrimenti si vota. Molto semplice. Si e’ aspettato gia’ tanto tempo’, sottolinea Salvini che aggiunge: ‘Come promesso, stiamo lavorando fino all’ultima ora per far nascere un governo fedele al voto degli italiani’. Intanto, una nota di Berlusconi annuncia che un governo M5s non e’ la fine dell’alleanza di centrodestra anche se Forza Italia non votera’
la fiducia. ‘Per me sarebbe un onore guidare il Paese. O si chiude veloce o si vota’, commenta Salvini.

ISRAELE ACCUSA IRAN, LANCIATI 20 MISSILI DA SIRIA SU GOLAN
PORTAVOCE, FATTO MOLTO GRAVE. ESPLOSIONI UDITE A DAMASCO

Circa 20 razzi sono stati lanciati dalla forza Al Quds iraniana verso postazioni israeliane sulle Alture del Golan, alcuni dei quali intercettati dal sistema di difesa antimissili israeliano
Iron Dome. Cosi’ il portavoce militare, secondo cui ‘l’attacco iraniano contro Israele e’ molto grave’. L’attacco e’ stato lanciato alle 00.10 locali (le 23:10 in Italia). Prese di mira ‘diverse basi militari’, mentre le localita’ dove vivono civili non sono state coinvolte: ‘Non ci sono state vittime’. Israele
‘ha reagito’. Secondo l’agenzia siriana Sana, colpi di artiglieria sono stati sparati dal Golan occupato israeliano verso la provincia siriana di Quneitra, in particolare sulla citta’ di Baath. Durante la notte esplosioni sono state udite a Damasco, riporta l’agenzia cinese Xinhua. Secondo Sana la difesa
antiaerea sta rispondendo ad un nuovo attacco israeliano.

A. SAUDITA, ‘PRONTI A SVILUPPARE ATOMICA, SE L’IRAN L’AVRA”
L’UE TENTA DI SALVARE L’ACCORDO CON L’IRAN, TRUMP MINACCIA

L’Arabia Saudita lavorera’ per dotarsi di armi nucleari se l’Iran dovesse dotarsi di tali armamenti. ‘Se l’Iran dovesse acquisire capacita’ nucleari, noi faremo tutto il possibile per fare lo stesso’, ha detto alla Cnn il ministro degli Esteri Adel Al Jubeir. L’Ue conferma che il trattato con l’Iran non verra’
stracciato. Il presidente del Consiglio Donald Tusk ha chiarito che ‘le politiche di Trump sull’accordo nucleare con l’Iran e il commercio si troveranno di fronte un approccio europeo di unita’. Ma Trump non molla la presa: se l’Iran riprende il programma nucleare la risposta sara’ dura. Dura la replica della Guida suprema iraniana, Ali Khamenei: Il discorso del presidente Usa e’
stato ‘stupido e superficiale’ e costituisce ‘una minaccia per il popolo iraniano e il suo governo’.

FISSATO SUMMIT TRUMP-KIM, POMPEO RIPORTA IN USA I PRIGIONIERI
TYCOON: ‘BENE COLLOQUI DEL SEGRETARIO DI STATO A PYONGYANG’

Il luogo dell’incontro fra il presidente Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un potrebbe essere annunciato la prossima settimana: l’incontro potrebbe durare piu’ di una sola
giornata. Soddisfatto Trump. Intanto i ‘tre americani’ detenuti in Corea del Nord sono stati liberati ‘in buone condizioni’ di salute e stanno tornando a casa ‘senza assistenza’. Kim Dong-chul, Tony Kim e Kim Kak-song erano detenuti per spionaggio e ‘atti ostili’ contro il Nord e la loro liberazione era una condizione posta da Trump per fissare il vertice con Kim.

DIRITTI TV, IL BANDO E’ DA RIFARE. CONFERMATA LA SOSPENSIVA
SKY, FATTA CHIAREZZA.MALAGO’,SCADENZA FIDEJUSSIONE RESTA 22/5

Il tribunale di Milano ha confermato la sospensione del bando per i diritti tv della Serie A di Mediapro, accogliendo le istanze di Sky perche’ non correttamente formulato. Secondo il
giudice, Mediapro, si evince dal provvedimento, e’ monopolista sul mercato dei diritti tv del calcio e avrebbe dovuto rispettare le norme Antitrust. Sky: si e’ fatta chiarezza, siamo pronti garantire il futuro del calcio. Il commissario della Lega di A Malago’: ‘La scadenza del 22 maggio per la presentazione della fidejussione da parte di Mediapro resta il 22 maggio’.

A CANNES CRUZ-BARDEM, LA NOSTRA DANZA TRA VITA E FICTION
SCORSESE STAR. PARIGI DICE SI AL FILM ‘MALEDETTO’ DI GILLIAM

Il coraggio di Farhadi di aver girato un film in Spagna, fuori dalla sua cultura e il rapporto tra vita e fiction di Cruz e Bardem, hanno tenuto banco oggi a Cannes, il Festival che si e’ aperto ieri con la proiezione ‘Everybody Knows’ (Todos lo Saben) di Asghar Farhadi, protagonisti Penelope Cruz e Javier Bardem. Nel secondo giorno della kermesse pero’ la star e’ Martin Scorsese, a lui il premio alla carriera la Carrosse d’or alla Quinzaine des realizateurs. Il film “maledetto” di Terry Gilliam
su Don Chisciotte sara’ proiettato in chiusura. Intanto dalla Polonia Roman Polanski ha definito il movimento #MeToo ‘Un’isteria collettiva’ e ‘una totale ipocrisia’.

COPPA ITALIA ALLA JUVENTUS, MILAN BATTUTO 4-0
PRIMO TEMPO 0-0. POI LA SQUADRA DI GATTUSO CROLLA

La Juventus ha vinto la Coppa Italia 2017-2018 battendo 4-0 in finale il Milan. Il Milan ha resistito un tempo alla Juve padrona, finendo poi in ginocchio per consegnarle la quarta Coppa Italia consecutiva, la 13ma della storia bianconera. Un altro primato firmato Massimiliano Allegri, che tra pochi giorni, sempre all’Olimpico contro la Roma, potra’ festeggiare probabilmente anche il quarto scudetto, settimo di fila per la formazione bianconera. Questa Coppa Italia e’ la prima alzata da
titolare da Gigi Buffon, probabilmente l’ultima, cui ha contribuito con le sue parate.

(ANSA).

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago