Le notizie del giorno in pillole.

SCONTRO SU DUMA, SIRIA E RUSSIA NEGANO ACCESSO ALL’OPAC
FALSI ALLARMI DI NUOVI ATTACCHI. POLEMICA SU SOTTOMARINO USA

E’ stata una notte di falsi allarmi in Siria, dove la contraerea si e’ attivata nello spazio aereo di Homs e voci si sono rincorse su presunti missili su Damasco e al confine con il Libano,
puntualmente smentite da fonti militari siriane e anche dal Pentagono. Un segno, comunque, di perdurante tensione, mentre Russia e governo siriano non hanno ancora concesso agli
ispettori dell’Opac l’accesso a Duma, obiettivo degli attacchi chimici che hanno provocato, tre giorni fa, la risposta di Usa, Francia e Regno Unito. E mentre all’Onu e tra capi di Stato e di
governo la diplomazia e’ al lavoro (ieri sera c’e’ stata anche una telefonata tra Angela Merkel e il presidente turco Erdogan) oggi pomeriggio Gentiloni riferira’ sulla Siria alla Camera e al
Senato, anche sulla sosta di un sottomarino Usa a Napoli. A Strasburgo Siria ed Europa saranno al centro della plenaria del Parlamento europeo, presente Macron.

DI MAIO: ‘TRA UN PO’ CHIUDO UN FORNO’. ROSATO: PD ALTERNATIVO
SALVINI A DI MAIO, SE VUOLE QUELLO DI RENZI SI ACCOMODI

Si avvicina il giorno delle decisioni per il presidente della Repubblica Mattarella che ragiona su un mandato esplorativo, con Di Maio e Salvini ancora distanti e intenti a puntare sulle
Regionali del 22 e 29 aprile nella speranza di veder aumentare il rispettivo peso. “Io aspetto qualche giorno, poi uno due forni chiude”, ha detto ieri Di Maio con riferimento ai contatti
con la Lega e con il Pd. “Se vinciamo in Friuli e in Molise nel giro di 15 giorni si fa il governo” ha affermato Salvini. “Se Di Maio vuole il forno di Renzi si accomodi”, aggiunge in serata.
“Il voto della direzione Pd e’ chiaramente alternativo a M5s e Lega”, chiarisce Ettore Rosato. Gentiloni in campo: ‘imbarazzante legare il voto regionale in Friuli al governo’.

VOTO DI SCAMBIO, ARRESTATO UN DEPUTATO REGIONALE SICILIANO
GIUSEPPE GENNUSO DEI POPOLARI E AUTONOMISTI DI CENTRODESTRA

Il parlamentare regionale siciliano Giuseppe Gennuso, 65 anni, della lista di centrodestra Popolari ed Autonomisti, e’ stato arrestato ieri sera dai carabinieri del comando provinciale di
Siracusa con l’accusa di voto di scambio. Il provvedimento e’ stato emesso dal gip del tribunale di Catania su richiesta della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo etneo. Gennuso,
imprenditore, al suo quarto mandato, alle ultime elezioni aveva ottenuto nel collegio di Siracusa 6567 preferenze.

ENNESIMO ACCOLTELLAMENTO A LONDRA, MUORE 18ENNE
VIOLENZA SENZA SOSTA SU STRADE, APPELLO POLIZIA A TESTIMONI

Violenza senza sosta a Londra dove nella notte e’ morto un diciottenne, accoltellato ieri sera nell’ennesimo agguato registrato dall’inizio dell’anno nella capitale britannica.
Questa volta teatro dell’omicidio e’ stata Chestnut Avenue, nella zona di Forest Gate, settore est della metropoli. La polizia e’ intervenuta per prestare soccorso, ma non c’e’ stato nulla da
fare: il ragazzo e’ spirato poco dopo. Il numero delle vittime di accoltellamenti in citta’ si avvicina ormai a quota 40 nel solo 2018, con una sessantina di omicidi totali. Scotland Yard ha
fatto appello ai possibili testimoni.

USA: COHEN IN TRIBUNALE A NEW YORK, UDIENZA SU RAID FBI
IN AULA ANCHE LA PORNOSTAR STORMY DANIEL,’VOGLIAMO VERITA”

E’ sera in Italia quando a New York Michael Cohen, avvocato personale di Donald Trump, entra in tribunale per l’udienza sulle perquisizioni dell’Fbi. In aula anche la pornostar Stormy
Daniels, alla quale Cohen, stando a quanto riferito dal legale della donna, avrebbe pagato 130 mila dollari per mantenere il silenzio su una sua relazione con il presidente nel 2006. “Per
anni Michael Cohen ha agito come se fosse al di sopra della legge, ha detto la donna al termine dell’udienza -. “Io e il mio avvocato di impegniamo affinche’ tutti vengano a conoscenza della
verita’ e dei fatti”, ha aggiunto.

PULITZER SFIDANO TRUMP, WP E NYT VINCONO PER RUSSIAGATE
#METOO ISPIRA PREMI A NYT E NEW YORKER PER SCOOP SU WEINSTEIN

New York Times e il Washington Post hanno conquistato un Pulitzer per le inchieste sull’influenza di Mosca nella campagna elettorale americana e le ripercussioni sull’elezione di Donald
Trump. Il Washington Post anche per aver messo in luce le accuse di molestie sessuali contro il candidato repubblicano al Senato in Alabama Roy Moore da parte di donne, una delle quali
all’epoca era ancora minorenne. Tutte inchieste che Trump ha sempre definito “fake news”. Riconoscimenti a Nyt e New Yorker per gli scoop sul caso Weinstein e altri per servizi sui
profughi siriani e sul muro con il Messico. Per la prima volta un Pulitzer e’ andato ad un rapper, Kendrick Lamar, per l’album “Damn”.

CINA: +6,8% PIL PRIMO TRIMESTRE, MEGLIO DI ATTESE
USA, ‘MANIPOLATORI DI MONETA’, ALLO STUDIO RITORSIONI

La Cina e’ cresciuta del 6,8% nel primo trimestre del 2018, mantenendo lo stesso passo degli ultimi tre mesi dello scorso anno e facendo meglio delle attese medie degli analisti, che
prevedevano un rallentamento fino a +6,7%. Intanto gli Stati Uniti continuano ad accusare Pechino di speculare sulle valute e di comportamenti commerciali scorretti. La portavoce della Cassa
Bianca ha detto che la Cina “e’ ancora nella lista di osservazione dei manipolatori di moneta”. Secondo indiscrezioni di stampa, Gli Stati Uniti starebbero poi valutando ritorsioni
contro la Cina e le sue restrizioni alle societa’ americane per il cloud computing e i servizi high-tech.

(ANSA).

Articolo precedenteVILLA D’ESTE A TIVOLI, UN GIOIELLO A POCHI PASSI DA ROMA
Articolo successivoMOSTRE ROMA, TUTTI GLI APPUNTAMENTI NELLA CAPITALE. CANALETTO, MEMENTO, INFINITI MONDI E ALTRE