Breaking News

LE NOTIZIE DEL GIORNO IN PILLOLE

Condividi

Le notizie del giorno in pillole.

‘INTESA SUL DEFICIT AL 2,4%’, DI MAIO E SALVINI ESULTANO
STRAPPO SULLA RESISTENZA DI TRIA, FESTA DEL M5S IN PIAZZA

Alla fine della giornata piu’ lunga del governo giallo-verde, Di Maio e Salvini annunciano l’intesa sulla manovra in deficit. Nel Def, fanno sapere dopo una vertice di 5 ore, sara’ scritto che il
tetto si sforera’ fino al 2,4%. Tace il ministro Tria, che avrebbe resistito fino all’ultimo. Ma ‘non si dimettera”, assicurano fonti del governo, dopo contatti Conte-Mattarella. A notte arriva la ratifica del Cdm e, davanti Palazzo Chigi, fanno festa parlamentari e militanti 5S, con bandiere e selfie. ‘E’ un giorno storico, e’ cambiata l’Italia’, afferma Di Maio. ‘Via la Fornero e chiusura delle cartelle di Equitalia’, dice Salvini.

KAVANAUGH: COMMISSIONE GIUSTIZIA SENATO VOTERA’ SU NOMINA
TRUMP, “TESTIMONIANZA ONESTA”. PRESTO IL VOTO DEL SENATO

La commissione giustizia del Senato votera’ nelle prossime ore sulla nomina del giudice scelto da Donald Trump per la Corte Suprema, Brett Kavanaugh. Il voto, in programma venerdi’ nella
mattinata americana, segue l’audizione di Kavanaugh e di Christine Ford, la donna che lo accusa di aggressione sessuale. Nei prossimi giorni il voto del Senato Trump difende la sua
scelta: “La sua testimonianza – scrive su Twitter – e’ stata potente, onesta e affascinante”.

SEC FA CAUSA A ELON MUSK PER FRODE, DICHIARAZIONI FALSE
IL PATRON, “AZIONE NON GIUSTIFICATA”. SOCIETA’ FA QUADRATO

La Sec accusa Elon Musk e Tesla di frode. Lo riporta la stampa Usa, citando l’azione legale depositata dalla Consob americana presso un tribunale di New York. L’accusa prende le mosse dal
tweet shock di Musk di agosto, quando annuncio’ la sua volonta’ di procedere con il delisting di Tesla a 420 dollari per azione, assicurando allo stesso che i fondi per l’operazione erano
disponibili. “Rattristato e deluso” da un’azione “non giustificata” si e’ detto il patron dell’azienda. La societa’ ed il cda, in una nota, si sono schierati al suo fianco.

RAPINA IN VILLA A LANCIANO, PRESO IL QUARTO UOMO
ANCHE LUI E’ ROMENO. SALVINI, ‘STRANIERO INFAME’

Catturato dalla Polizia il quarto appartenente alla banda che ha aggredito nella loro villa a Lanciano, in provincia di Chieti, i coniugi Martelli. L’uomo, romeno di 26 anni, Alexander Bogadan
Coltenau, e’ stato arrestato a Caserta. Si e’ tradito quando ha tentato di vendere uno degli orologi che aveva rubato nella villa. ‘Preso anche il quarto rapinatore straniero infame, pare il tagliatore di orecchie, bene!’, twitta Salvini.

SERIE A: IL SASSUOLO VINCE ANCORA, SOLO UN PARI PER IL MILAN
EMILIANI BATTONO ANCHE LA SPAL, ROSSONERI FERMATI AD EMPOLI

I due posticipi della sesta giornata di serie A vanno in archivio con l’ennesima vittoria del Sassuolo ed il pareggio esterno del Milan a Empoli. Gli emiliani, che ora sono al terzo posto in classifica, hanno espugnato Ferrara battendo la Spal per 2-0, mentre i rossoneri non sono andati oltre l’1-1 contro l’Empoli.

PALLAVOLO: MONDIALI, L’ITALIA A CACCIA DELL’IMPRESA
F1: GP RUSSIA; OGGI LE LIBERE. GOLF: SI APRE LA RYDER CUP

Servira’ un miracolo stasera all’Italia per poter accedere alle semifinali dei Mondiali. Dopo la vittoria di ieri sera della Polonia per 3-0 sulla Serbia, agli azzurri non bastera’ battere
proprio la Polonia con lo stesso risultato, ma dovranno anche lasciare gli avversari sotto i 60 punti totali. F1: prende il via oggi il Gran Premio di Russia con le prime prove libere.
Golf: al via a Parigi la Ryder Cup, stamattina quattro incontri. Occhi puntati su Francesco Molinari che, in coppia con Tommy Fleetwood, sfidera’ Tiger Woods e Patrick Reed.

(ANSA).

(Visited 47 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago