LE NOTIZIE DEL GIORNO IN PILLOLE

Le notizie del giorno in pillole.

MANOVRA: CONTE RASSICURA M5S. SALVINI, C’E’ ACCORDO
OGGI VERTICE DI MAGGIORANZA TRA TENSIONI SU DEFICIT

Per la manovra del governo si apre una giornata cruciale: il documento finanziario che ne fissa le linee sara’ oggetto di un vertice di maggioranza in programma per oggi pomeriggio a Roma,
dove sta rientrando il premier Giuseppe Conte dopo l’assemblea
generale dell’Onu a New York. Da li’ ha rassicurato i Cinquestelle: “Il reddito di cittadinanza si fara'”. Sullo sforamento del deficit non si sbilancia, ma insiste sull’equita’
e afferma che la manovra “fara’ ricredere anche i piu’ scettici”. Di Maio insiste per portare il deficit al 2,4%. Tria frena e chiama in causa “l’interesse della nazione”. Per Salvini
“l’accordo c’e’, lo zero virgola e’ l’ultimo dei problemi, nessuno fa o fara’ gesti eclatanti per uno zero virgola”.

PREMIER A ONU,SOVRANISMO E POPULISMO IN NOSTRA COSTITUZIONE
A CONFERENZA STAMPA FINALE ASSICURA DIFESA MULTILATERALISMO

“Il sovranismo e’ nella nostra Costituzione: la sovranita’ appartiene al popolo. Il fatto di pensare, di prestare attenzione ai bisogni e alle attese delle persone, cercare di impostare una linea politica generale ed economica cercando di soddisfare le esigenze delle persone, se lo volete chiamare
sovranismo chiamiamolo sovranismo, ma e’ nella nostra Costituzione”. Giuseppe Conte chiude cosi’, confermando il sostegno all’impegno multilaterale, la sua prima presenza
all’assemblea generale dell’Onu. Prima di partire, ne ha incontrato i massimi vertici, con i quali ha parlato della situazione in Libia e delle migrazioni. Prima l’incontro con il
presidente egiziano al Sisi che promette verita’ sul caso Regeni.

PARIGI A SALVINI SU MIGRANTI, ‘SOLUZIONE NON E’ FUORI DA UE’
‘SU AQUARIUS EUROPA HA LAVORATO INSIEME, SOLO ITALIA BLOCCA’

Nuovo attacco del governo francese a Salvini, dove il portavoce Benjamin Griveaux ad un incontro a Parigi afferma che “non e’ nel ripiegamento nazionale, nel rifiuto di una soluzione europea, di
cooperazione e di solidarieta’ tra Paesi europei che troveremo i mezzi di rispondere a questa sfida migratoria. Se il signor Salvini pensa che potra’ rispondere a questa sfida entro i
confini del suo Paese mente al suo popolo”. Sul caso Aquarius “non e’ l’Europa che ha bloccato le cose, ma come al solito l’Italia”, ha detto. L’alto commissario Mogherini enfatizza il
ruolo di Onum Ue e Ua nella liberazione di 30 mila migranti dai centri di detenzione libici.

CAOS SUL DECRETO PER GENOVA, LA QUESTIONE DEL TERZO VALICO
TOTI, ‘BLOCCO FONDI DEVASTANTE’. GLI SFOLLATI CONTRO GRILLO

Resta incerto il destino del decreto per Genova che anche oggi non e’ arrivato sulla scrivania di Mattarella. Il vicepremier Di Maio aveva detto che sarebbe arrivato oggi, il ministro
Toninelli ha ‘spostato’ l’arrivo di un paio di giorni. Il governatore Toti avverte che l’impianto concordato con il governo non deve cambiare, e sollecita lo sblocco dei fondi per
il Terzo Valico, diversamente ‘sarebbe devastante per la Liguria’. Gli fa eco il viceministro Edoardo Rixi: ‘opera fondamentale’ Gli sfollati pronti a protestare davanti alla casa di Beppe Grillo.

TRUMP ATTACCA LA CINA ALL’ONU, ‘INTERFERISCE SUL VOTO USA’
LA REPLICA: ‘INACCETTABILE’. POI MINACCIA EUROPA SULL’IRAN

Un monito all’Europa “che vuole aggirare le sanzioni contro l’Iran” e un attacco frontale alla Cina su presunte interferenze nelle elezioni americane. E poi l’ennesima tirata contro il
regime di Teheran che “sostiene il terrorismo e semina caos nella regione mediorientale”. Ancora una volta va in scena il Donald Trump contro tutti alle Nazioni Unite. O quasi tutti,
visto che sulla Russia il tycoon non spende nemmeno una parola, tantomeno sulle intromissioni sul voto da parte di Mosca da tempo denunciate dagli 007 Usa. Poi, rivolto all’Europa: “Chi
aggira le sanzioni sull’Iran subira’ serie conseguenze”.

FED ALZA I TASSI E APRE A NUOVA STRETTA. L’IRA DI TRUMP
POWELL, DAZI A RISCHIO, CONGRESSO CI HA DATO UN COMPITO

L’economia americana corre e la Fed alza i tassi di interesse, che tornano sopra il 2% per la prima volta dal 2008. L’aumento di un quarto di punto porta il costo del denaro in una forchetta
fra il 2,00% e il 2,25%. E potrebbe non essere finita: la banca centrale apre infatti alla possibilita’ di una quarta stretta nel 2018 se non ci saranno scossoni economici. Immediata l’ira di
Donald Trump: ”non sono contento dell’aumento dei tassi di interesse” dice. Il presidente della Fed Jerome Powell difende l’indipendenza della banca centrale: “Il Congresso – dice – ci ha dato un importante compito. Non prendiamo in considerazione fattori politici”.

SALVATAGGIO RECORD, DA FMI 57 MLD DOLLARI AD ARGENTINA
NUOVO ACCORDO. LAGARDE, BUENOS AIRE HA ‘NOSTRO PIENO APPOGGIO

Il Fondo Monetario Internazionale tende una mano all’Argentina, concedendo a Buenos Aires un salvataggio record da 57 miliardì di dollari. Si tratta di una cifra superiore ai 50 miliardi
dell’accordo iniziale: una revisione al rialzo necessaria per far fronte alle crescenti difficolta’ del paese e per evitare l’effetto contagio delle altre economie emergenti.

VINCONO JUVE E NAPOLI, SABATO LO SCONTRO DIRETTO
LA ROMA NE FA QUATTRO, VINCE ANCHE IL GENOA

Juve-Bologna 2-0, Napoli-Parma 3-0, sabato lo scontro al vertice Vittorie per Lazio e Genoa. Pareggi tra Atalanta-Torino e Cagliari-Sampdoria. Massimo risultato col minimo sforzo per Juve
e Napoli, in avvicinamento al big match di sabato.

(ANSA).

(Visited 45 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!