Potranno usufruire del fondo regionale i comuni con meno di 5mila abitanti. I minibus potranno essere utilizzati anche al di fuori dell’orario scolastico per il trasporto pubblico locale

Con l’obiettivo di spingere verso una rivoluzione verde dei trasporti anche i piccoli borghi laziali, la Regione ha stanziato un fondo di 1,5 milioni per l’acquisto di scuolabus e minibus elettrici. Potranno usufruirne i comuni con meno di 5mila abitanti.

Mauro Alessandri, assessore alla Mobilità della Regione Lazio, ha spiegato che si tratta di un intervento volto ad andare incontro alle esigenze di mobilità di tutte quelle famiglie che vivono nei borghi e nei piccoli comuni della Regione con l’obiettivo di garantir loro servizi pubblici efficienti e sostenibili da un punto di vista ambientale, “andando a ridurre il disagio che deriva spesso dall’assenza o dalla lontananza di edifici scolastici dal proprio territorio”.

Un occhio di riguardo, infatti, sarà dato alla mobilità dei più piccoli. I comuni con meno di 5mila abitanti spesso non hanno nel proprio territorio le scuole di grado superiore, dunque diventa necessario spostarsi da un comune all’altro con dispendio di tempo e denaro per le famiglie e con un impatto ambientale non di poco conto per l’intera comunità.

Roma, semafori by Google entro giugno 2022. Ecco come funzioneranno

I minibus elettrici saranno dunque utilizzati prevalentemente come mezzo di trasporto per gli studenti negli orari di ingresso e uscita dalle scuole. In tutti gli altri momenti della giornata, però, gli stessi mezzi potranno essere usati per il traporto pubblico di base.

“Vogliamo offrire al nostro territorio strumenti sostenibili e adeguati alle reali necessità affinché i servizi essenziali siano garantiti” ha dichiarato Valentina Corrado, Assessora al Turismo, Enti locali, Sicurezza Urbana, Polizia Locale e Semplificazione Amministrativa. “Rispondiamo con una misura efficace ai bisogni di studenti e famiglie che spesso devono fare i conti con le difficoltà di vivere nei piccoli comuni in cui gli istituti scolastici risultano distanti – ha aggiunto l’assessora Corrado – Ma non solo: dare la possibilità di utilizzare tali mezzi di trasporto per ulteriori scopi di trasporto significa offrire alla comunità uno strumento utile a elevare la qualità di vita dei nostri cittadini”. 

Regione Lazio, approvati due nuovi monumenti naturali a Sora e al Lago di Vucci

Articolo precedentePubblico-privato insieme per una sanità sempre più a misura di cittadino
Articolo successivoNatale green, l’albero di Modena è fatto all’uncinetto con lana riciclata