Breaking News

La promessa di Microsoft: “Entro il 2030 l’azienda sarà a impatto zero sul pianeta”

Condividi

La Microsoft ha annunciato ufficialmente un piano che porterà l’azienda oltre le emissioni zero, andando addirittura ad assorbire più CO2 di quella prodotta findall’anno di fondazione.

In un annuncio fatto giovedì, il gigante della tecnologia Microsoft ha affermato che si sforzerà di diventare “carbon negative”, il che significa che tenterà di rimuovere più CO2 dall’atmosfera di quanta ne emette utilizzando una miscela di energia rinnovabile e tecnologia di pulizia del carbonio che attira i fumi emessi da l’atmosfera.

Intelligenza Artificiale, Microsoft investe 1 miliardo di dollari in OpenAI di Elon Musk

Per contribuire a migliorare tale obiettivo, Microsoft ha dichiarato che investirà anche un altro miliardo di dollari nei prossimi quattro anni per migliorare le prestazioni e ridurre i costi. “Gli esperti climatici del mondo concordano sul fatto che si deve agire con urgenza per ridurre le emissioni. In definitiva, dobbiamo raggiungere emissioni “nette zero”, il che significa che l’umanità deve rimuovere la quantità di carbonio emessa ogni anno “, ha scritto Microsoft in un annuncio.

“Questo richiederà approcci aggressivi, nuove tecnologie che non esistono oggi e politiche pubbliche innovative. È un obiettivo ambizioso, persino audace, ma la scienza ci dice che è un obiettivo di fondamentale importanza per ogni persona viva oggi e per ogni generazione successiva.”

Inquinamento, EasyJet prima compagnia aerea a compensare le proprie emissioni

La Microsoft, che è a Emissioni Neutre dal 2012, ha affermato che sposterà anche le sue risorse per concentrarsi sulle nuove tecnologie e con l’obiettivo di fare affidamento interamente sulle energie rinnovabili entro il 2025. Entro il 2050 Microsoft afferma di sperare di smettere del tutto di emettere CO2.

Sebbene lodevole per un’azienda delle dimensioni di Microsoft -che emette ben 16 milioni di tonnellate di CO2 ogni anno  – i critici della tecnologia di cattura della CO2 hanno sottolineato che questo impegno può solo rafforzare il ricorso ai combustibili fossili.

Effetto Greta, ridurre emissioni e rivedere il proprio stile di vita

Invece di passare a forme di energia rinnovabili e più ecologiche, gli scettici affermano che la cattura delle emissioni potrebbe semplicemente essere una conferma dello status quo, ancora legato ai fossili.

C’è anche il problema dello stoccaggio: in altre parole, cosa fare con il carbonio dopo che è stato recuperato. Come notato da The Verge, Microsoft dovrà elaborare un piano per sapere esattamente dove e come immagazzinare la CO2 per avere effetti reali, sostanziali, sui cambiamenti climatici e sul futuro del nostro ambiente.

Clima, la promessa di ’emissioni zero’ è davvero possibile?

(Visited 50 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago