“La lezione di Marco”, a 6 anni dalla scomparsa presentato in Senato il libro su Marco Pannella di Alfonso Pecoraro Scanio

68
0

“La lezione di Marco”, a sei anni dalla scomparsa, presentato in Senato il libro su Marco Pannella di Alfonso Pecoraro Scanio.

È stato presentato questa mattina in Senato, presso la Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, il libro di Alfonso Pecoraro Scanio che racconta Marco Pannella, a sei anni dalla scomparsa del leader del Partito Radicale, dal titolo “La lezione di Marco. Pane, Lavoro, Ecologia: dal No alla partitocrazia ai 5 Stelle”, edito da Paesi Edizioni.

Dalla spinta contro il nucleare al no alla caccia, fino agli appelli per tamponare il dissesto idrogeologico del Paese: il libro di Pecoraro Scanio dedicato a Pannella ripercorre il vissuto del politico italiano, puntando l’attenzione sulla sua grande passione di fare politica “procedendo per singole campagne da realizzare rifuggendo dai programmoni fumosi” e soprattutto le lotte per l’ambiente.

“Oggi è un’occasione nell’anniversario della scomparsa di Marco Pannella di ricordare una figura politica importantissima, una vera persona che ha fatto il cambiamento in Italia per i diritti civili ma anche per l’ecologia. – ha dichiarato a TeleAmbiente Alfonso Pecoraro ScanioÈ stato uno dei fondatori dei verdi in Italia e soprattutto il gruppo parlamentare che guidò negli anni ’70 era il primo anti-nucleare al mondo. È importante non solo ricordarne la figura ma sapere quanto oggi è di attualità il tema dell’indipendenza energetica”.

Gianfranco Amendola, Magistrato e ambientalista, autore della postfazione al libro: “La lezione di Marco” è importante a livello storico perché ci fa vedere Marco Pannella da un punto di vista che conoscono in pochi. Tutti conosciamo il Marco Pannella del divorzio e dell’aborto, ma quello ambientalista in pochi lo conoscono. Io ho visto nascere le liste verdi che non sarebbero mai nate negli anni ’80 se non ci fosse stato Pannella, che dopo il referendum sul nucleare ha spinto affinché si presentassero queste liste verdi a livello politico”.

L’evento di presentazione, moderato da Alessio Falconio, Direttore di Radio Radicale, è stato promosso su iniziativa della Senatrice Loredana De Petris insieme alla Fondazione UniVerde, in collaborazione con TeleAmbienteRadio Radicale e Paesi Edizioni.

Loredana De Petris, Presidente del Gruppo Misto al Senato della Repubblica: “Di tutte le battaglie portate avanti da Pannella, l’ambientalismo è sicuramente quella più importante. Con le sue iniziative, ha di fatto dato vita alla soggettività ecologica in politica e ha saputo mettere insieme fronti molto ampi e trasversali su temi di interesse collettivo come l’antinuclearismo. Oggi queste caratteristiche devono far riflettere”.

Sulla “linea verde” che unisce la lezione di Pannella all’impegno odierno dei Cinque Stelle sui temi dell’antipartitocrazia, della sostenibilità e dell’ecologia, sono intervenuti Mario Turco, Vicepresidente del MoVimento Cinque Stelle, e il Senatore Marco Pellegrini, membro della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie. Nel corso della presentazione, è inoltre intervenuta con una testimonianza Paola Balducci, Magistrato e già Componente del Consiglio Superiore della Magistratura.

Mario Turco, Vicepresidente del MoVimento Cinque Stelle: “Il pensiero di Pannella è ancora attuale, soprattutto riferito ai temi della tutela dell’ambiente e della salute. Ricordiamo le sue battaglie, in particolare quella contro il nucleare e quelle sull’ambiente che oggi sono ancora più attuali perché ci sono alcune forze politiche che continuano a sostenere il ritorno al nucleare“.

Maurizio Turco, Segretario del Partito Radicale e autore della prefazione al libro a TeleAmbiente: “Le lotte di Marco sono vive, sono attuali e sono sempre più urgenti: dalle questioni ambientali alla giustizia, dal diritto internazionale allo stato di diritto e alla democrazia. Oggi, rispetto al passato, c’è anche una politica meno ricettiva, meno attenta, meno capace di comprendere l’urgenza delle lotte di Pannella che alla fine sono quelle che interessano la qualità della vita dei cittadini. Quella di Marco Pannella è un’attualità che resiste nel tempo”.

Anna Maria Bernini, Presidente del Gruppo Forza Italia al Senato della Repubblica: “Marco Pannella è stato un innovatore ma non solo. è stato un personaggio capace di interpretare non il presente ma il futuro. Tante delle cose che lo hanno caratterizzato, come l’uso del suo corpo, la capacità di essere sempre oltre le convezioni e gli schemi, ispirano ancora non solo la politica ma anche la comunicazione di oggi. Ha saputo anticipare i social, la trasparenza in politica e l’uso politico del suo corpo fino ai limiti estremi quasi a rischio della sua stessa vita. Una figura straordinaria che non morirà mai”.

Sull’impatto della cultura verde e dell’ecologismo sulle nuove generazioni è intervenuto Leonardo Ruggeri Masini, Presidente dell’Associazione LiberaMente – I Caschi Verde: “Nel libro ho ritrovato principi e valori che sono alla base della mia formazione. Per noi giovani è importante non chiuderci dentro muri ideologici, ed è sorprendente il valore che Pannella dà al dubbio, al dibattito secondo una dialettica che è sinonimo di confronto”.

Edito da Paesi Edizioni, “La lezione di Marco. Pane, Lavoro, Ecologia: dal No alla partitocrazia ai 5 Stelle” di Alfonso Pecoraro Scanio, è disponibile nelle librerie e negli store online. Maggiori informazioni QUI

 

Articolo precedenteElezioni in Australia, il cambiamento climatico sarà l’ago della bilancia
Articolo successivoEmergenza climatica, Biden avverte: sarà la stagione degli uragani più pericolosa di sempre