Attualità

Kenya, 194 morti e 100,000 sfollati a causa delle ultime alluvioni

Condividi

Secondo gli ultimi dati del governo 194 persone sono morte in Kenya a causa delle alluvioni, che hanno costretto all’evacuazione oltre 100,000 persone che vivono nei pressi delle due dighe più grandi del paese.

Le alluvioni e le frane in Kenya hanno già causato la morte di 194 persone, lo sfollamento di 100,000 e distrutto gran parte delle infrastrutture. Come spiegato dalle autorità i livelli d’acqua senza precedenti nelle due dighe più importanti del paese hanno costretto all’evacuazione degli abitanti dei villaggi circostanti.

Coronavirus, lo stop all’ecoturismo rischia di vanificare gli sforzi per la protezione degli habitat

Il Kenya Meteorological Department ha spiegato che le piogge, iniziate nel mese di aprile, continueranno a colpire duramente le aree nelle prossime settimane. Solitamente la stagione delle piogge finisce entro maggio. A Budalangi, in Kenya occidentale, i residenti sono stati costretti a raccogliere le proprie cose prima di abbandonare le proprie case sommerse utilizzando barche e moto d’acqua, dopo che il fiume Nzoia ha straripato e sommerso le aree circostanti. Cyrus Oguna, portavoce del governo, ha spiegato che le alluvioni delle ultime settimane hanno messo a rischio gli sforzi per contenere il coronavirus, che ha già causato 26 decessi nel paese.

Coronavirus, emergenza locuste si aggrava: mancano le scorte di pesticidi

Il governo sta fornendo cibo e acqua agli sfollati e ha chiesto al Ministero della salute di fornire mascherine come misura preventiva. Le alluvioni e le frane hanno colpito l’area occidentale del paese, causando la morte di 194 persone come spiegato dal ministro Eugene Wamalwa: “Solo ieri sono morte 30 persone in 24 ore”. Charles Keter, ministro dell’energia, ha spiegato che i livelli delle dighe più grandi del paese erano più alti del normale. Una delle due dighe, Masinga, fornisce acqua ad altre dighe, e le autorità hanno chiesto alla popolazione che vive in quelle aree di evacuare: “Stiamo spiegando alle persone che la situazione peggiorerà. Stiamo chiedendo di evacuare e di non aspettare l’arrivo dell’acqua perché ci saranno danni”.

Olio di palma, perché minaccia le foreste e la salute dell’uomo?

Secondo Sicily Kariuki, segretario di governo per l’acqua e l’irrigazione, le inondazioni hanno già distrutto 8,000 acri di campi di riso. Il Kenya stava già affrontando un’incombente carenza di riso a causa delle interruzioni delle spedizioni causate dalla pandemia mentre le piogge e le frane potrebbero portare anche ad una carenza d’acqua. “Le infrastrutture che trasportano l’acqua sono state distrutte…i condotti sono intasati” ha spiegato Kariuki, esortando i residenti di Nairobi a razionare l’acqua a disposizione.

(Visited 54 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago