TORINO (ITALPRESS) – Quinta vittoria della Juventus su sei partite nel Gruppo H di Champions League e primo posto nel girone complice il 3-3 a San Pietroburgo tra Zenit e Chelsea. All’Allianz Stadium di Torino, la squadra allenata da Massimiliano Allegri ha superato per 1-0 il Malmoe fresco campione di Svezia per la seconda stagione consecutiva. La Juve ha così battuto il club svedese per la quarta volta in quattro testa a testa e ancora lo ha fatto senza concedere gol agli scandinavi. La qualificazione agli ottavi, già ottenuta con grande anticipo dopo quattro giornate, ha permesso al tecnico juventino di dare ampio “sfogo” al turnover concedendo, a 29 anni, anche l’esordio nelle coppe europee a Perin e ha buttato nella mischia dal primo minuto il giovane difensore De Winter, primo calciatore belga della storia a vestire la maglia della Vecchia Signora. Vantaggio juventino al 18′ del primo tempo quando da uno splendido cross di esterno mancino di Bernardeschi dalla destra Kean si è infilato tra i centrali difensivi del Malmoe e di testa ha anticipato il portiere Diawara in uscita. Sui piedi di Kean al 21′ della ripresa la grande occasione per la seconda rete della serata: servito da Morata, il nazionale azzurro ha controllato creandosi spazio e ha cercato la conclusione di destro trovando stavolta la risposta del portiere maliano del Malmoe. Il duello Diawara-Kean è proseguito anche a sette minuti dal termine quando il portiere, un pò incerto sulla prima conclusione dalla distanza di Rabiot, ha però d’istinto deviato con il piede destro il tocco dell’attaccante juventino che ancora una volta da posizione ravvicinata ha mancato un ghiotto raddoppio che avrebbe anticipatamente chiuso la sfida.
(ITALPRESS).

Articolo precedenteMattarella riceve i vertici FMI con Valentino Rossi e Cairoli
Articolo successivoNeve a Bergamo, rinviata a domani Atalanta-Villarreal