Breaking News

JUVENTUS-ATALANTA: PROBABILI FORMAZIONI. DIRETTA TV STREAMING

Condividi

Torino. Recupero della 26esima giornata per Juventus e Atalanta, che questo pomeriggio si affronteranno, per la quarta volta in stagione, all’Allianz Stadium di Torino. La partita venne rinviata due settimane fa per impraticabilità di campo a causa della forte nevicata che si è abbatté su Torino. Occasione ghiotta per i bianconeri per portarsi a + 4 dal Napoli in caso di vittoria, i bergamaschi invece sono alla ricerca di punti essenziali in chiave Europa League.

Possibile turn over in casa Juve, Allegri con il 4-3-3 classico ma con diversi cambi. Tornano dalla squalifica Lichtsteiner e Alex Sandro, quest’ultimo non al meglio potrebbe iniziare dalla panchina.  Pjanic e Matuidi hanno riposato domenica e quindi partiranno titolari. Potrebbe riposare Higuain in attacco.

Qualche cambio anche nell’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Chance per Mancini in difesa al posto dell’infortunato Caldara. In attacco torna Ilicic dal primo minuto, possibile turno di riposo per Gomez, non al meglio della condizione.

18.00 Juventus – Atalanta (diretta tv Sky e Mediaset Premium)

CLICCA SUL LINK PER SAPERNE DI PIU’ SULLO STREAMING:

https://www.teleambiente.it/streaming-senza-pagare/

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Asamoah; Khedira, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Mandzukic, Dybala; All.: Allegri.

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Mancini, Palomino, Masiello; Castagne, Freuler, Haas, Gosens; Cristante; Ilicic, Cornelius; All.: Gasperini.

(Visited 180 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago