AnimaliAttualitàGood News

Jack, la buona notizia: il cane del Soccorso alpino avvelenato sta meglio

Condividi

Jack, il cane del Soccorso Alpino e Speleologico del Friuli-Venezia Giulia ricoverato per avvelenamento, sta meglio e non è più intubato.

Lo hanno addestrato per salvare vite umane nelle zone impervie di montagna, ma Jack ha rischiato di morire per la mano dell’uomo. Questo splendido esemplare di australian kelpie, appartenente al Soccorso Alpino e Speleologico del Friuli-Venezia Giulia, era infatti stato avvelenato e si era reso necessario il ricovero d’urgenza. Dopo circa 24 ore passate in sedazione e intubato, il cane sta meglio.

 

Il dramma per Jack e per il suo proprietario e addestratore Daniele era iniziato qualche giorno fa, dopo una passeggiata in zona Chialina di Ovaro (Udine). Qui, senza che Daniele se ne rendesse conto, il cane aveva probabilmente ingerito una polpetta avvelenata ed aveva iniziato a sentirsi male. La prontezza di Daniele è stata decisiva per salvare Jack: il cane era stato portato fino alla clinica veterinaria San Marco di Veggiano (Padova) e qui era stato accertato l’avvelenamento.

I cani disturbano i cacciatori: un cucciolo ucciso, un’altra ferita. Aggredito anche il loro padrone

Le analisi effettuate a Padova hanno infatti rivelato la presenza di un lumachicida. Jack era stato sedato e intubato, per un giorno intero. Poi, grazie anche alla tempestività del ricovero, il cane è stato molto meglio. Una volta estubato, Jack ha mangiato e fatto i suoi bisogni. Ora seguiranno accertamenti per essere certi che non ci siano stati danni neurologici. Scongiurato un doppio dramma: il suo proprietario, Daniele, ha rischiato di perdere il proprio cane, mentre il Soccorso Alpino e Speleologico friulano ha rischiato di perdere una preziosa unità del reparto cinofilo, da sempre in prima linea per salvare escursionisti e sciatori nelle zone più impervie di montagna.

Mufloni del Giglio, Eleonora Evi: “Fermate questa mattanza finanziata dai soldi dei cittadini”

Siamo tutti con Jack e con Daniele” – aveva scritto tre giorni fa il Soccorso Alpino e Speleologico del Friuli-Venezia Giulia – “Portate estrema attenzione ai vostri amici a quattro zampe quando li portate in giro“.

(Visited 48 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago