La Caravella portoghese arriva anche in Sardegna. Ecco perché è pericolosa

Oltre a Liguria, Reggio Calabria e Sicilia, la Caravella portoghese è stata avvistata in Sardegna. Nei casi più gravi, l’animale può causare uno shock anafilattico.

La Caravella portoghese è arrivata anche in Sardegna. L’organismo marino è simile a una medusa, lungo tra i 9 e i 30 centimetri, e alto fino a 15 centimetri. L’animale ha oltretutto una sacca galleggiante ricca di gas e tentacoli urticanti e velenosi. Proprio per questo le punture della Caravella portoghese possono causare uno shock anafilattico. Tra gli altri effetti avversi, ci sono febbre, mal di testa, nausea e alterazione delle funzioni cardiache.

Ma cosa fare se si viene punti dalla Caravella portoghese?

Di certo, non bisogna allarmarsi o grattarsi. Una volta usciti dall’acqua, la zona interessata va cosparsa di crema al cortisone o con antistaminico. Il parere del medico resta sempre fondamentale.

Anche se l’habitat originario della Caravella portoghese è l’Oceano Atlantico, nelle ultime settimane l’organismo marino è stato avvistato perfino in Liguria, a Reggio Calabria e in Sicilia.

Articolo precedenteFederica Pellegrini testimonial di NutrInform Battery, l’app per l’alimentazione consapevole
Articolo successivoBob Dylan, cellulari vietati ai fan durante i concerti del tour europeo