Di Giammarco Spirito
Con il minimo indispensabile, 1-0,  l’Italia si avvia verso i playoff per il Mondiale 2018. Basta un gol di Ciro Immobile per battere Israele, squadra reduce da tre sconfitte consecutive.
Una Nazionale a due facce. Sterile e impacciata nel primo tempo (tanto da beccarsi i fischi del pubblico al rientro negli spogliatoi), più propositiva e vogliosa nella ripresa. L’ingresso nel secondo tempo di Zappacosta (al Chelsea per 25 milioni) per l’infortunato Conti rivitalizza gli azzurri. Più dinamismo e più occasioni, finalmente arrivano palloni giocabili per la coppia Immobile-Belotti. A due giornate dalla fine L’Italia con sei punti di vantaggio sull’Albania, fermata sul 1-1 in Macedonia, è praticamente certa degli spareggi.   
Nei primi 45 minuti è incredibilmente l’Israele che sfiora il gol in più occasioni. Provvidenziali i salvataggi di Conti al 23.mo e di Buffon che al 41.mo salva il risultato su un tiro insidioso di Cohen. Italia pericolosa all’inizio con un tiro velenoso di Belotti e solo alla fine del primo tempo con Insigne, imbeccato da Candreva, che a tu per tu spreca l’occasione per portare in vantaggio i suoi.
Nella ripresa è un’Italia diversa. Prende subito iniziativa sfiorando il gol più volte prima del sospirato vantaggio con Immobile. Colpo di testa ravvicinato su assist di Candreva e Italia in vantaggio al 52.mo. Gli azzurri sfiorano il raddoppio in più occasioni con Belotti, fermato sul più bello dal portiere israeliano. Eppure negli ultimi quattro minuti e con un gol di vantaggio riesce a conceder un pericoloso contropiede agli avversari. Un vero brivido all’86.mo. Buffon riscatta parzialmente gli errori contro la Spagna salvando sul pallonetto di Ben Chaim subentrato al 61.mo.  
Tira un sospiro di sollievo il CT Gian Piero Ventura che riesce anche ad essere soddisfatto:” Sono contento. Siamo stati per 80 minuti nella metà campo avversaria. Dopo un primo tempo melenso abbiamo capito che bisognava andare per vie esterne. I fischi? Se vuoi essere squadra non puoi stare a sentire applausi o fischi. Andare ai playoff è una normalità”.
L’autore dell’assist deciso Candreva non usa mezzi termini: “ E’ il risultato che volevamo. Abbiamo fatto una buona prova. Le critiche fanno parte del nostro lavoro ma dopo la Spagna sono state un po’ eccessive”.
 
Pagelle Italia:
Buffon  Reattivo 6
Conti    Timido 5  (dal 48’ Zappacosta Provvidenziale 6.5)
Barzagli   Attento 6
Astori   Pulito 6
Darmian   Propositivo 6
De Rossi    Umile 6
Verratti     Fischiato 5   ( dal 89’ Montolivo SV)
Candreva   Cuore 6.5   (dal 88’ Bernardeschi SV)
Immobile   Decisivo 6.5
Belotti   Aria fritta 5
Insigne    Spento 5
All.: Ventura   Normale 5
 
Pagelle Israele:
Harush 7
Davidzada 5
Ben Haim 6,5
Tzedek 6
Keltjens 5,5
Natcho 5
Cohen 5,5
Kabha 5
Melkinson 5,5 ( dal 60’ Ben Chaim 5,5)
Rafaelov 5
Shechter 5
All.: Levy 6
Articolo precedenteIL VENETO DICHIARA GUERRA AI VACCINI. LORENZIN: “SIETE CONTRO LA LEGGE”
Articolo successivo139 PAESI 100% RINNOVABILI ENTRO IL 2050