Attualità

IPCC, SICUREZZA TARGATA OPEN SOURCE. PERCHÉ FIDARSI È CORRETTO

Condividi

IPCCSul sito dell’ IPCC, Focal Point for Italy  è possibile trovare i parametri revisionali degli stessi documenti prodotti dall’Intergovernmental Panel on Climate Change. Per tutti gli scettici è stato adottato un metodo che potremmo definire Open Source.

Esperti e governi di tutto il mondo sono invitati alla revisione dei documenti prodotti dagli scienziati dell’ IPCC. Chiunque, certificando la propria formazione professionale, è nel diritto/dovere di correggere o meglio informare su dati non pertinenti o incompleti dei suddetti report.  Proprio questa grande apertura nelle relazioni esterne permette agli scienziati dell’IPCC di acquisire migliori conoscenze e maggiore sicurezza delle informazioni. Questo è il potere di creare network, più sicurezza e più qualità per il bene comune.

Di seguito la spiegazione dell’IPCC .

Tutti i report dell’IPCC passano attraverso diversi passaggi di revisione formale. Dopo la Expert Review of the First Order Draft, la Second Order Draft è prodotta e revisionata sia dai governi che dagli esperti insieme al primo draft.

Una volta che il secondo turno di commenti per la revisione è stato preso in considerazione, i governi revisioneranno il draft finale del report e sottoporranno i commenti per l’SPM (Summary for Policymakers) ovvero: la Sintesi per Decisori Politici.

Infine, i governi si incontreranno per approvare l’SPM riga per riga e accettare il relativo report. Questo accurato processo di revisione assicura che i report dell’IPCC prendano in considerazione obiettivamente l’intera disponibilità di informazioni scientifiche, tecniche e socio-economiche provenienti da tutto il mondo.  Gli esperti possono registrarsi come revisori con una dichiarazioni che auto certifichi la propria esperienza fino ad una settimana prima della fine del periodo di revisione.

Per la revisione allo Special Report on the Ocean and Cryosphere in a Changing Climate

Per la revisione allo Special Report on Climate Change and Land

Fonte: IPCC

(Visited 97 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago