Territorio

Intelligenza Artificiale, Microsoft investe 1 miliardo di dollari in OpenAI di Elon Musk

Condividi

Intelligenza Artificiale.  Microsoft investirà un investimento di 1 miliardo in OpenAI, il centro di ricerca no-profit per un’intelligenza artificiale etica e corretta, nato nel 2015 e che vede tra i suoi co-fondatori il numero uno di Tesla Elon Musk.

Obiettivo della partnership, lo sviluppo di modelli avanzati di intelligenza artificiale sulla piattaforma di cloud computing di Microsoft, Azure, nel rispetto – spiegano in una nota congiunta le due società – di “principi condivisi di etica e fiducia”.

 

Inoltre, OpenAI trasferirà tutti i suoi servizi su Azure e Microsoft li sfrutterà per creare nuove tecnologie in grado di evolvere ulteriormente l’AI.

Turismo, l’intelligenza artificiale sta cambiando il nostro modo di viaggiare

Le due società ambiscono a creare una piattaforma su Azure in grado di raggiungere dimensioni senza precedenti, in grado di istruire AI via via più evolute e complesse, usare tecnologie hardware basate sulla tecnologia per supercomputer di Microsoft, e che aderirà ai principi di etica e fiducia condivisi dai due partner.

“L’obiettivo dell’accordo – ha detto l’amministratore delegato di OpenAI, Sam Altman – è di consentire all’intelligenza artificiale di essere usata in modo sicuro e protetto, e che i suoi benefici economici siano ampiamente distribuiti. La creazione di un’intelligenza artificiale generale sarà il più importante sviluppo tecnologico della storia dell’uomo, e potenzialmente potrebbe creare una nuova traiettoria per l’umanità intera”.

Agricoltura. Arriva Vegebot, il primo ‘contadino robotico’

Traguardo ultimo, sarà quello di riuscire a sviluppare la AGI, ovvero Artificial General Intelligence, in italiano tradotta come intelligenza artificiale forte: un’intelligenza sapiente e cosciente di sé, realmente in grado di ragionare e risolvere problemi complessi, e che in futuro potrebbe superare in capacità l’intelletto umano.

Secondo OpenAI, sarà l’AGI la tecnologia fondamentale per risolvere i grossi problemi di oggi come cambiamento climatico, assistenza sanitaria di qualità ed educazione personalizzata.

 

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago