Animali

Insetti, invasione di locuste: la Somalia dichiara l’emergenza nazionale

Condividi

Il Ministro dell’agricoltura della Somalia ha dichiarato l’emergenza nazionale per l’invasione di locuste che si sta diffondendo in Africa orientale.

La Somalia è diventata la prima nazione nel Corno d’Africa a dichiarare l’emergenza nazionale a causa dell’invasione di locuste che ha colpito la regione. Il Ministro dell’agricoltura Said Hussein Iid ha spiegato in un annuncio che le locuste sono “una minaccia alle fragili condizioni delle risorse alimentari della Somalia”.

Insetti, l’Africa è invasa dalle locuste: danni per centinaia di milioni di dollari

Le risorse per le persone e il loro bestiame sono a rischio. Le locuste del deserto sono più grandi più del normale e consumano una grande quantità di raccolti e foraggio”. Il ministro ha spiegato di aver dichiarato l’emergenza per concentrare gli sforzi e raccogliere i fondi perché fondamentale contenere le locuste entro aprile, quando inizieranno i raccolti. Le locuste del deserto, le cui infestazioni provocano danni su larga scala alle coltivazioni, sono una specie di cavallette che si diffondono quando una combinazione di eventi metereologici permette la riproduzione e la formazione di enormi sciami.

Insetti, l’estinzione causerà conseguenze inimmaginabili per la vita sulla Terra

Data la severità di questa invasione dobbiamo impiegare tutte le risorse possibili per proteggere il cibo e la vita degli abitanti della Somalia” ha detto il ministro “se non agiamo adesso rischiamo una crisi alimentare che non possiamo permetterci”. Secondo il Food Security and Nutrition Working Group l’Africa orientale sta già sperimentato un alto livello di insicurezza a livello nutrizionale e oltre 19 milioni di persone rischiano di morire per la scarsità di cibo.

A

Insetti, drastico calo della popolazione. Scatta l’allarme degli scienziati

Le locuste hanno portato a quello che la FAO ha descritto come “la peggior invasione degli ultimi 25 anni” nel Corno d’Africa. L’organizzazione ha classificato l’invasione come “un’ondata” e se dovesse peggiorare passerebbe alla classificazione “piaga”. Ci sono state sei grandi piaghe di locuste nel 1900, l’ultima delle quali nel biennio 1987-1989. L’ultima grande ondata risale al 2003-2005.

 

(Visited 58 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago