InquinamentoMobilità

Inquinamento, troppe emissioni dalle auto: Parigi abbassa il limite di velocità a 30 km/h

Condividi

Per ridurre le emissioni inquinanti delle auto la giunta comunale di Parigi ha deciso di ridurre il limite di velocità consentito in città a 30 km/h.

Le autorità parigine hanno deciso di fissare un limite di velocità su quasi tutte le strade della città, nel tentativo di ridurre l’inquinamento e migliorare la sicurezza stradale.

Ma funzionerà? Ci sono dubbi sul fatto che la regola – che limita i conducenti a 30 chilometri all’ora – ridurrà effettivamente l’inquinamento. Alcuni critici dicono che peggiorerà gli ingorghi del traffico nelle ore di punta della città e potrebbe persino aumentare le emissioni di gas serra.

 


Ciò dipenderà in parte dal fatto che i conducenti siano così stufi del limite di velocità da scegliere di spostarsi in altri modi.

Inquinamento atmosferico, il killer silenzioso chiamato PM 2.5

Per dissuadere ulteriormente i conducenti dal portare veicoli in città, le autorità stanno anche eliminando 60.000 dei 144.000 posti auto di Parigi sulle strade pubbliche per renderli “più accessibili a tutti” e utilizzeranno meglio i parcheggi sotterranei. Alcuni marciapiedi saranno ampliati – consentendo più spazio per camminare, così come alberi e piante – e saranno installate nuove piste ciclabili.

Il vicesindaco parigino David Belliard, responsabile dei trasporti, ha dichiarato a BFMTV che la speranza è che il limite allontani più persone possibile dalla guida incoraggiandole a camminare di più, a usare i trasporti pubblici e le biciclette.

Smog, a Parigi niente più automobili vicino alle scuole

Domenica ha pubblicato un tweet per deviare le critiche online alla nuova regola.

“Una chiarificazione amichevole di ciò che dicono coloro che si oppongono all’abbassamento del limite di velocità: NO, un limite di velocità di 30 km/h non aumenta l’inquinamento… Ma in realtà migliora la sicurezza per ciclisti e pedoni, riduce il rumore e rende la città tranquilla, ” ha scritto.

 


I funzionari del municipio hanno affermato che il cambiamento ridurrebbe gli incidenti stradali totali di circa il 25% e gli incidenti mortali del 40%, indicando uno studio dell’Organizzazione mondiale della sanità.

Regno Unito, automobilisti pronti a soluzioni alternative contro inquinamento e traffico

Si stima che anche l’inquinamento acustico si dimezzerà, affermando che il rumore del traffico ha avuto impatti fisici e psicologici negativi, tra cui stress, insonnia e depressione.

(Visited 34 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago