AttualitàInquinamentoRiciclo e Riuso

Inquinamento, produrre profumo partendo dai gas serra: il progetto Air Eau de Parfum

Condividi

Air Company ha prodotto un profumo creato partendo dall’etanolo creato sfruttando i gas serra catturati dall’atmosfera: il primo profumo a impatto negativo.

Dimostrando che la CO2 non è solo inquinamento, ma può anche essere una preziosa materia prima, un’azienda ha lanciato una linea di profumi che profumano di fichi e tabacco, ma realizzati invece con gas serra.

Google lancia le Mappe Eco-sostenibili per ridurre le emissioni di carbonio

Poiché l’ingrediente principale è l’etanolo, Air Company abbandona il normale processo di fermentazione del mais per quello della sua tecnologia proprietaria che agisce come una sorta di fotosintesi artificiale quando viene alimentata con CO2 catturata dalle vicine fabbriche di Brooklyn.

 


Il risultato è un etanolo interamente sostenibile, poiché la fabbrica è alimentata al 100% da energia rinnovabile.

Questo processo ha il duplice impatto di ridurre la quantità di mais prodotta per creare etanolo con mezzi commerciali, liberando terreni agricoli per usi più produttivi e desiderati.

Celour, la vernice che assorbe la CO2: “Neutralizza le emissioni quanto un albero”

“L’obiettivo per noi è sempre stato quello di utilizzare questi prodotti nella nostra ricerca e sviluppo interni per l’azienda, ma come fari per mostrare che puoi realizzare questi prodotti davvero sostenibili che le persone usano ogni giorno nella loro vita”, come ha dichiarato il cofondatore e CEO Gregory Constantine.

 


Air Company spera di aprire il mercato al carburante rigenerativo per aerei, sintetizzato direttamente dalle emissioni nell’aria, dalle fabbriche vicine o dall’aeroporto stesso per dare la possibilità alle compagnie aeree di ridurre drasticamente la loro impronta di emissioni di carbonio.

 


“Stiamo emergendo come pionieri in questo spazio, creando un carburante a zero emissioni di carbonio da distribuire in tutto il Nord America. Per ridurre le nostre emissioni derivanti dai trasporti, implementeremo siti modulari il più vicino possibile agli aeroporti, creando una conduttura diretta dalla struttura all’aeroporto”, scrive la società.

Ambiente, la nuova frontiera per ridurre le emissioni: camion alimentati con un pieno di whisky

(Visited 38 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago