Inquinamento

Inquinamento, ogni lavaggio di un paio di jeans rilascia oltre 50mila microfibre nell’acqua

Condividi

Ogni volta che un paio di jeans viene lavato rilasciano oltre 50mila microfibre, che finiscono in acqua ed arrivano fino agli oceani.

Possono essere una scelta comoda e conveniente per chi lavora a casa, ma i blue jeans potrebbero danneggiare il pianeta.

Microfibre di jeans indaco sono state scoperte in grandi quantità in campioni d’acqua prelevati in tutto il Canada, da Toronto fino all’Artico. Il sondaggio, condotto da Miriam Diamond dell’Università di Toronto e dai suoi colleghi, ha rilevato che tra una su otto e una su quattro di tutte le microfibre nei campioni erano provenienti da blu jeans.

Plastica, milioni di microfibre finiscono negli oceani ogni volta che facciamo la lavatrice

Alcune delle microfibre sono state trovate a una profondità di 1500 metri e questo secondo i ricercatori significa che sono in grado di sopportare viaggi su lunghe distanze. Le più alte concentrazioni di microfibre di jeans sono state trovate nei laghi suburbani poco profondi. Sebbene il sondaggio fosse limitato al Canada, il team ritiene che i risultati sarebbero stati ripetuti altrove.

Il ritrovamento di fibre nell’Artico è il simbolo della diffusione dell’impatto umano, afferma Miriam Diamond dell’Università di Toronto.

Inoltre, i ricercatori hanno anche monitorato quante microfibre vengono perse da un paio di jeans durante il lavaggio medio. Hanno scoperto che circa 50.000 microfibre vengono rimosse dai jeans ogni volta che vengono lavati.

Sfortunatamente, i risultati non sono sorprendenti per gli scienziati ambientali; sono addirittura attesi “, afferma Caroline Gauchotte-Lindsay dell’Università di Glasgow nel Regno Unito. Tuttavia, lo definisce un documento importante perché prende in considerazione le microfibre naturali, che in precedenza erano state trascurate negli studi sulle microplastiche incentrati sui materiali sintetici.

Microfibre dei tessuti, grave problema per gli oceani come la plastica

Diamond e i suoi colleghi non erano sicuri dell’effetto delle microfibre di jeans sull’ambiente. “Sebbene non siano di plastica, sono modificati antropogenicamente“, afferma Samantha Athey dell’Università di Toronto.

Il denim raccoglie sostanze chimiche e i jeans vengono trattati chimicamente durante la produzione. “Quale impatto ha la modifica chimica è una domanda a cui resta una risposta“, afferma Athey. “Ma sono così abbondanti che dovremmo tenerli in considerazione” Nel frattempo, il team consiglia di lavare meno i jeans. Un’azienda di jeans, i cui prodotti sono stati utilizzati nello studio, suggerisce un lavaggio una volta al mese.

 

(Visited 24 times, 2 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago