InquinamentoTerra

Inquinamento, gli oceani contengono plastica per un milione di volte maggiore di quanto si pensi

Condividi

Secondo un nuovo studio ogni metro cubo di acqua nell’oceano contiene 8.3 milioni di microplastiche. Il risultato è che la presenza di plastica negli oceani è un milione di volte maggiore di quanto preventivato in passato.

 

Un nuovo studio dei ricercatori della National Science Foundation (NFS)  sostiene che la plastica presente negli oceani possa essere un milioni di volte maggiore di quanto preventivato in passato. Jennifer Brandon, biologa oceanografica dell’istituto, ha trovato alcune tra le plastiche più sottili nelle acque dei mari in una concentrazione maggiore di quanto misurato in precedenza. Il suo metodo ha dimostrato che i metodi tradizionali con cui vengono raccolti i dati sulle microplastiche probabilmente non sono in grado di misurare le plastiche più sottili.

Plastica, il sistema dell’Ocean Cleanup per ripulire gli oceani funziona

Secondo le nuove stime della biologa, l’oceano è contaminato da 8.3 milioni di mini-microplastiche per metro cubo di acqua. La sua scoperta è stata pubblicata su Limnology e Oceanography Letters. “Per anni, abbiamo condotto gli studi allo stesso modo, usando una rete per raccogliere i campioni ma tutto ciò che era più piccolo della rete può esserci sfuggito. Alcune plastiche sono chimicamente così forti che anche il contatto con i microbi nella terra o nell’acqua non può romperne i legami elementali”.

Animali, la fauna marina può aiutare la ricerca scientifica per monitorare gli oceani

Per ottenere le risposte, Brandon si è rivolte alle salpe, degli invertebrati gelatinosi che aspirano l’acqua per mangiare e per muoversi negli oceani. I loro stomachi erano un posto perfetto per trovare le mini-microplastiche. Delle 100 salpe utilizzate per campionare le acque raccolte nel 2009, 2013, 2015 e 2017, il 100% aveva mini-microplastiche nelle interiora.

 

Plastica, non solo gli oceani: anche i Grandi Laghi sono a rischio

“Nonostante l’interesse per le microplastiche, abbiamo appena iniziato a comprendere la scala e gli effetti della contaminazione negli oceani” ha spiegato Dan Thornill, direttore di della divisione scienze oceaniche di NFS “ questo studio dimostra che le plastiche marine sono ancora più abbondanti di quanto abbiamo realizzato e possono potenzialmente essere trovate ovunque negli oceani. Questo è preoccupante, specialmente quando le conseguenze per l’ambiente e la salute umana rimangono largamente sconosciute”.

(Visited 3 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago