Sarà in prova a Firenze un nuovo tipo di asfalto capace di ridurre il rumore prodotto dal traffico stradale

La città di Firenze farò da test per questa sperimentazione del progetto Life E-Via, un nuovo tipo di asfalto capace di ridurre l’inquinamento acustico.

L’obiettivo, va di pari passo con il modo: ottimizzare asfalti e pneumatici per ridurre il rumore nelle aree urbane.

Inquinamento acustico: ecco come le attività umane impediscono la riproduzione degli uccelli

Dopo i test sulle prestazioni dell’asfalto che sarà steso durante l’estate su via Paisiello nel capoluogo toscano, saranno individuate altre tre aree per la sperimentazione in città e poi per la diffusione in Italia e in Europa.

 


Il progetto, cofinanziato dall’Ue e da Life E-Via, è iniziato a luglio del 2019 e terminerà a gennaio 2023 e non riguarderà solo gli enti promotori ed esecutori (Comune di Firenze, Università mediterranea di Reggio Calabria, Continental, Vie en.ro.se ingegneria, Université Gustave Eiffel e I-Pool) ma richiederà anche la partecipazione attiva dei cittadini.

Piste ciclabili pop-up, in Italia nel 2020 sono quasi 200 i km di ciclabili ‘leggere’

Questi ultimi, infatti, saranno coinvolti con iniziative di informazione sui temi della mobilità elettrica e sostenibile, ma anche attraverso passeggiate sonore e interviste per capire come cambia la percezione del rumore al variare della tipologia di asfalto e di veicoli e pneumatici.

Grazie al progetto Life che come direzione ambiente ci siamo aggiudicati lo scorso anno – ha detto l’assessore all’ambiente di Firenze Cecilia Del Re – possiamo dare il via alla sperimentazione del nuovo asfalto anti rumore per contribuire a ridurre l’inquinamento acustico nelle aree urbane”.

 

Articolo precedentePlastica, Sir David Attemborough presenta un impianto capace di riciclare qualsiasi materiale
Articolo successivoVaccini, un sondaggio: cresce la fiducia in Johnson & Johnson