Attualità

Plastic free, arrivano le cannucce in legno biodegradabili

Condividi

Un’azienda finlandese ha prodotto delle cannucce in legno biodegradabili per sostituire quelleplastica, tra i maggiori prodotti a causare l’inquinamento dei nostri mari.


Le cannucce di plastica sono uno dei principali fattori dell’inquinamento dei mari e molti paesi hanno introdotto, oltre ai dei divieti sull’utilizzo per ridurre la plastica monouso, anche della valide alternative. Sulapac Oy, un’azienda finlandese che crea prodotti in legno per sostituire la plastica ha la soluzione alla risposta. L’azienda ha collaborato con Stora Enso Oyj, un colosso dell’industria della carta e degli imballaggi per portare sul mercato delle cannucce biodegradabili senza plastica allo stesso prezzo di quelle di carta.

Plastica, non solo mare anche i ghiacciai stanno soffrendo

“Miliardi di cannucce di plastica vengono utilizzate e gettate ogni settimana, creando un pericolo per i nostri oceani. Questo materiale biodegradabile può aiutarci a rimpiazzare i materiali di plastica e combatterne lo spreco. La nostra cooperazione con Sulapac ci permette di esplorare nuovi tipi di materiali innovativi e offrire soluzioni sostenibili”, ha spiegato Marcus Dehlin di Stora Enso.

Mentre le cannucce sono pensate per essere gettate dopo l’utilizzo, queste durano per ore senza diventare umide come quelle a base di carta. Le cannucce verranno vendute in Europa a partire dal 2020. Il componente principale di queste cannucce è il legno e dei leganti vegetali, che permettono al prodotto di essere biodegradabile in differenti ambienti senza lasciare traccia di microplastica. I primi ad utilizzare le cannucce di legno saranno il Finnair Oys all’aeroporto di Helsinki, Wolt Enterprise Oy e Altia Oyj, distributore di alcolici.

 

 

Plastica, non solo gli oceani: anche i Grandi Laghi sono a rischio

“C’è ovviamente una gran domanda per il nostro prodotto, che rispetta i criteri di sostenibilità ed ha un maggiore utilizzo nel tempo. Come tutti i materiali di Sulapac, la cannuccia è al 100% libera da microfibre di plastica. Se la cannuccia dovesse finire nell’oceano, si comporterebbe come una foglia” ha spiegato Suvi Hiami CEO e cofondatore di Sulapac.

Cannucce naturali dal Vietnam. Via l’usa e getta, arriva l’eco-sostenibilità VIDEO

Il materiale prodotto da Sulapac può anche essere usato per altre cose come gli imballaggi per i cosmetici e viene prodotto dagli stessi macchinari che creano le cannucce in plastica. Sulapac ha raccolto 15 milioni di euro per il suo progetto grazie alla partnership di Chanel Inc., Mousse Partners Ltd, Sky Ocean Ventures LP, Bonnier Ventures, e Lifeline Ventures, insieme ad un gruppo di investitori privati.

(Visited 50 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago