Breaking News

INGHILTERRA – ITALIA, PROBABILI FORMAZIONI. DIRETTA TV RAI

Condividi

Wembley. Secondo test amichevole per la Nazionale italiana di Gigi Di Biagio che questa sera affronterà a Wembley l’Inghilterra. In uno stadio completamente esaurito (84.mila biglietti venduti) gli azzurri devono riscattare la sconfitta di venerdì sera contro l’Argentina: per questo Di Biagio rivoluzione la formazione e lancia nella mischia i giovani. Il modulo resterà il 4-3-3, tra i pali ci sarà Donnarumma e non Buffon. In difesa Zappacosta e Darmian saranno gli esterni (Spinazzola ha lasciato il ritiro in seguito ad un infortunio), confermato Bonucci al centro della difesa con al suo fianco ancora una volta Rugani. In mezzo al campo ci saranno le novità più importanti: dentro Gagliardini, Pellegrini e Cristante. Davanti Candreva e Belotti prenderanno il posto di Chiesa e Immobile, mentre a sinistra è confermato Insigne. Piccola rivoluzione per Di Biagio che lascia a riposo chi ha giocato tanto, e mette di fronte ad una sfida prestigiosa i giovani chiamati a risollevare il calcio azzurro dopo la cocente mancata qualificazione ai Mondiali di Russia 2018.

21.00 Inghilterra – Italia (diretta tv Rai1)

INGHILTERRA (3-4-3): Pickford; Walker, Stones, Gomez; Trippier, Oxlade-Chamberlain, Henderson, Rose; Sterling, Lingard, Rashford; All.: Southgate.

ITALIA (4-3-3): G.Donnarumma; Zappacosta, Bonucci, Rugani, Darmian; Pellegrini, Gagliardini, Cristante; Candreva, Belotti, Insigne; All.: Di Biagio.

(Visited 105 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago