L’eruzione del vulcano Sinabung sull’isola di Sumatra, in Indonesia, ha creato un’enorme colonna di fumo e cenere di 5 chilometri. Il vulcano era rimasto inattivo per secoli prima che scoppiasse di nuovo nel 2010.

Il monte Sinabung in Indonesia si è risvegliato. Oltre trentamila le persone costrette a lasciare le proprie abitazioni ma non ci sono state vittime.  Secondo i vulcanologi locali la cenere ha viaggiato almeno cinque chilometri a sud-Est del monte.

Vulcano Kīlauea, sono state le piogge ad innescare l’eruzione

Sul web il video spettacolare in timelapse dell’eruzione.

Alaska, ancora in attività il vulcano Shishaldin: ceneri fino a 5,000 metri

L’attività del Monte Sinabung è aumentata dallo scorso anno e l’allerta per il vulcano nella provincia di Sumatra settentrionale è stata posta al secondo livello più alto. Il Sinabung è tra i circa 120 vulcani attivi indonesiani, all’interno di quello che viene definito come il ‘Ring of Fire’, l’Anello di Fuoco. Sinabung era rimasto inattivo per secoli prima che scoppiasse di nuovo nel 2010.

Foto TRT World

Articolo precedenteIdv, Messina “Siamo pronti a un nuovo progetto per il Paese”
Articolo successivoSbarra eletto nuovo segretario generale della Cisl