L’INCENERITORE NELLA VALLE DEL MELA NON SI FARA’

L’inceneritore nella Valle del Mela non si farà.

La notizia è arrivata in serata al termine del Consiglio dei Ministri, che ha votato all’unanimità per lo stop al termovalorizzatore di combustibile solido secondario nel comune di Milazzo.

Per tutela ambientale e paesaggistica infatti, è stato dato parere contrario.

“Una decisione molto attesa da un territorio che ha sofferto e soffre molto” – ha scritto sulla sua pagina facebook il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa.

Solo a giugno, il Comitato No Css Valle del Mela nel contestare la scelta del presidente del consiglio comunale di Milazzo di convocare un consiglio comunale aperto sull’aumento delle malattie congenite, tracciava la linea che la politica avrebbe dovuto seguire: “Il consiglio invii alla competente direzione generale del ministero dell’ambiente un atto deliberativo con il quale si chiede il Riesame dell’Autorizzazione integrata ambientale (Aia) della Raffineria di Milazzo anche in considerazione del nuovo studio sanitario. Nel contempo impugni dinanzi al Tribunale Amministrativo il decreto autorizzativo Aia rilasciato dal Ministro dell’ambiente e chieda con forza e determinazione al Ministero della Salute e all’Assessorato regionale Sanità sorveglianza sanitaria ed epidemiologica, al Ministero dell’Ambiente l’avvio delle bonifiche e alla Regione Siciliana l’approvazione e il finanziamento del piano di risanamento ambientale”.

Secondo il comitato, lo studio sanitario mostrava chiaramente un’emergenza sanitaria nel comprensorio della Valle del Mela.

 

(Visited 57 times, 1 visits today)

Leggi anche