Incendio in un’azienda chimica, allerta ambientale e residenti evacuati

Il rogo ha anche causato diverse esplosioni all’interno di un capannone: ecco dove. 

È allerta ambientale a San Pietro Mosezzo, in provincia di Novara, dopo che un incendio ha distrutto un capannone industriale all’interno di un’azienda chimica che produce solventi, la Kemi.

Residenti evacuati

L’incendio, avvenuto nel piccolo Comune a poca distanza dal capoluogo di provincia, ha fatto sollevare fiamme altissime e una gigantesca nube di fumo nero, oltre a causare diverse esplosioni. Le abitazioni nel raggio di 500 metri sono state evacuate e una trentina di operai sono stati messi in salvo, ma mentre i vigili del fuoco hanno lavorato senza sosta per domare il rogo, preoccupano le conseguenze per la salute dei cittadini.

L’emergenza

I Comuni di San Pietro Mosezzo e di Novara si sono messi subito in contatto con l’Arpa, ma hanno invitato i cittadini a tenere chiuse le finestre e a non uscire di casa se non strettamente necessario. La stessa disposizione è stata inviata anche alle scuole.

L’allerta ambientale

L’allarme ambientale rischia di aggravarsi, anche perché il vento ha trasportato la spaventosa nube nera verso Ovest, in direzione di Novara e della Lombardia. I residenti riferiscono di un odore insopportabile, percepito addirittura fino a Malpensa. Dettagli più precisi potranno arrivare solo nelle prossime ore con i rilevamenti di Arpa, i cui tecnici sono giunti sul posto. Allertati anche i tecnici di Italgas e di Acqua NovaraVco, per possibili contaminazioni alle reti.

Arpa: “Valori nella norma”

Sono risultati nella norma i valori degli idrocarburi non metanici nell’aria del Novarese, per l’incendio dell’azienda chimica di solventi Kemi, a San Pietro Mosezzo: è quanto emerge dai primi rilievi effettuati da Arpa Piemonte in 3 punti della città di Novara, presso delle scuole (in qualità di recettori sensibili): un punto in via Vallauri (presso la scuola media Bellini), due punti in corso Risorgimento (quartiere Vignale e presso l’Istituto Agrario Bonfantini- Alberghiero Ravizza). Le misure, precisa Arpa, evidenziano assenza di monossido di carbonio mentre sono in corso i controlli a Caltignaga. Il personale tecnico dell’Agenzia continuerà il monitoraggio fino a emergenza conclusa.

Il sindaco: “Ora siamo più tranquilli”

L’incendio è divampato intorno alle 7.30 e io sono arrivato verso le 8, le fiamme sono state domate e ora sembra tutto risolto. L’area è tutta transennata, l’intervento dei vigili del fuoco è stato tempestivo e molto efficace” – ha spiegato a TeleAmbiente Giuseppe Brognoli, sindaco di San Pietro Mosezzo – “Le rilevazioni dell’Arpa ci rassicurano, trattandosi di un’azienda chimica tutti noi ci eravamo immediatamente molto preoccupati. Non ci sono anomalie e di conseguenza siamo più tranquilli, i tecnici continueranno il monitoraggio anche nei prossimi giorni per verificare che tutto sia a norma“.