AttualitàClima

Incendi, le fiamme devastano la Costa Ovest degli Stati Uniti

Condividi

Gli incendi scoppiati in California non accennano a spegnersi, arrivando a lambire anche le città costiere, mentre le fiamme si propagano anche negli Stati confinanti, dall’Oregon fino allo Stato di Washington.

Incendi “senza precedenti” alimentati da forti venti e temperature roventi hanno infuriato un’ampia fascia della California, dell’Oregon e di Washington, distruggendo decine di case e attività commerciali negli Stati Uniti occidentali e costringendo decine di migliaia di residenti a evacuare.

In California, dove sono stati segnalati almeno otto decessi, gli elicotteri della Guardia Nazionale hanno salvato centinaia di persone intrappolate dal Creek Fire nella Sierra National Forest.

Incendi California, dichiarato lo stato di emergenza

In Oregon, il governatore Kate Brown ha dichiarato che gli incendi nello stato nord-occidentale sono “un evento senza precendenti”.

 


Quasi ogni anno da quando sono diventata governatore, ho assistito a storiche stagioni di incendi“, ha detto Brown. “Ma mai devastante come quello di quest’anno”.

Jay Inslee, il governatore del vicino stato di Washington, ha descritto gli incendi come “senza precedenti e strazianti”.

Inslee, che ha condotto una campagna per la nomina democratica alla presidenza mettendo al centro la lotta al cambiamento climatico, e il governatore della California Gavin Newsom hanno entrambi accusato gli effetti del cambiamento climatico per l’eccezionale ferocia degli incendi di quest’anno.

 


Non ho letteralmente pazienza per i negazionisti del cambiamento climatico“, ha detto Newsom. “È completamente incoerente, quel punto di vista, con quello che stiamo vivendo adesso.”

Anche l’ex Presidente Barak Obama ha commentato su Facebook accusando i cambiamenti climatici della foga delle fiamme che stanno devastando la Costa Ovest degli USA.

Incendi California, proclamato il disastro naturale: oltre 400.000 ettari di vegetazione distrutti

Gli incendi in tutta la costa occidentale sono solo gli ultimi esempi dei modi reali in cui il mutamento del clima sta cambiando le nostre comunità,” ha scritto Obama. “Andate alle urne per proteggere il nostro pianeta. Votate come se la vostra vita dipendesse da questo, perché è così.

 

The fires across the West Coast are just the latest examples of the very real ways our changing climate is changing our…

Pubblicato da Barack Obama su Mercoledì 9 settembre 2020

Intanto le nuvole di fumo causate dalle dozzine di incendi hanno oscurato il cielo con un irreale bagliore arancione su gran parte della costa occidentale, costringendo i comuni a tenere le luci stradali illuminate durante il giorno e mettendo i residenti in difficoltà.

La California Highway Patrol ha esortato i conducenti ad accendere i fari e ridurre la velocità anche di giorno, mentre i social media si riempivano di foto del “cielo arancio”.

California, incendi in aumento: 60% in più rispetto allo scorso anno

“È davvero strano e minaccioso fuori, sembra di essere al tramonto anche di giorno“, ha detto Aamir Vaid, che ha annullato i piani per pranzare nel centro di San Francisco a causa del cielo scuro.

 


Mentre i satelliti mostrano un’imponente fascia di fumo che aleggia lungo la costa, c’era poco odore di fumo e l’indice di qualità dell’aria non ha raggiunto livelli malsani. Questo perché la nebbia che proveniva dall’Oceano Pacifico era inserita tra il fumo e il suolo. E le particelle di fumo sopra lo strato marino agivano come un filtro, diffondendo la luce blu e consentendo solo alla luce gialla, arancione e rossa di raggiungere il suolo, ha affermato Ralph Borrmann, portavoce del distretto di gestione della qualità dell’aria della Bay Area.

 


Il fumo ha bloccato così tanta luce solare che le temperature previste di 32 gradi Celsius invece sono arrivate massimo a 15,5 gradi come se “fossimo in una mattina perpetua senza il sole a scaldarci”, ha detto Drew Peterson, un meteorologo dell’ufficio della Bay Area del National Weather Service.

 

(Visited 17 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago