Incendi boschivi. Parte la Campagna #StopIncendi2019 promossa dalla Fondazione Univerde e Opera 2030, Link Campus ed Sos Terra. In collaborazione con TeleAmbiente, Lifegate, GreenStyle e Fanpage.it.

Una campagna che ha come principale obiettivo quello di rilanciare ancora una volta l’emergenza incendi nel nostro paese e sensibilizzare le persone sull’importanza di prevenire e reprimere i reati ambientali.

Incendi Sardegna, aperte tre inchieste. Bari Sardo chiede stato di calamità naturale

“Non si può tollerare la distruzione di migliaia di ettari di boschi – ha detto il Presidente di Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio – occorre sempre più fare uso di strumenti d’indagine che permettano di sorvegliare le aree dove si ripetono incendi dolosi. In particolare, ricorrendo anche alle potenzialità della tecnologia dei droni”.

Il 2018 ha visto una diminuzione del 90% degli incendi rispetto all’anno precedente, durante il quale sono andati in fumo 141 mila ettari di bosco.

Una diminuzione legata principalmente ad un aumento del 56% delle precipitazioni.

Il 2019 invece si è aperto con due importanti incendi nelle province di Varese e Como che hanno distrutto oltre 800 ettari di boschi.

Incendi per la maggior parte di origine dolosa.

La prevenzione, resta quindi il metodo più economico ed efficace per combattere gli incendi.

Incendio sulla spiaggia di Tortolì, allarme tra i bagnanti. Case e camping evacuati VIDEO

Cosa fare in caso di incendio boschivo:

Essendo il materiale combustibile rappresentato dalla vegetazione presente che, in funzione delle varie condizioni atmosferiche, può prendere fuoco più o meno facilmente (nella stagione secca ad esempio), il vostro comportamento deve adeguarsi alle varie situazioni, avendo cura di non provocare inneschi che potrebbero degenerare in un gigantesco incendio.

L’innesco può essere rappresentato da una sigaretta accesa gettata per noncuranza su arbusti secchi, oppure da un fuoco acceso per un pic-nic e poi non adeguatamente spento.

Se vi trovaste in un bosco investito da un incendio ricordate questi elementari suggerimenti:

  • Per scegliere una giusta direzione di fuga osservate il fumo che proviene dall’incendio: se lo vedete venirvi incontro, allontanatevi dando le spalle al vento, se il fumo si allontana, allontanatevi camminando contro vento. Evitate di inalare il fumo respirando attraverso un fazzoletto possibilmente bagnato.
  • Se siete vicino ad un fiume, dirigetevi verso le sue rive ed immergetevi nelle sue acque.
  • Se la respirazione diventa difficile a causa del fumo, ricordatevi che esso non arriva mai al suolo, distendetevi a terra e respirate lentamente, tenendo il naso a livello del terreno.
  • Se siete nelle vicinanze di una sorgente, raggiungetela a bagnatevi tutto il corpo e i vestiti; questo potrebbe esservi utile se doveste attraversare una zona surriscaldata.
  • Fate attenzione ai focolai, alle ceppaie e ai tronchi che ardono; passando vicino ad un albero bruciato o danneggiato fate attenzione a non essere colpiti da materiale che potrebbe eventualmente cadere.
Articolo precedenteBalene, ennesima strage. Trovati dozzine di corpi spiaggiati
Articolo successivoTartaruga trascinata da un bagnante sulla riva per un selfie VIDEO