Impresa, creatività giovanile e cura della casa comune. Martedì 14 dicembre, dalle 9 alle 18. Hotel Ergife (Sala Massalia), via Aurelia 619, Roma. Giornata di studio e corso di formazione per giornalisti (7 crediti formativi), organizzata da Greenaccord Onlus.

Non basta protestare, bisogna rimboccarsi le maniche. La piazza di Greta Thunberg è l’inizio, ma sono i filoni imprenditoriali innovativi che possono innescare meccanismi virtuosi. Valorizzare le start-up significa nuove opportunità occupazionali per i giovani, ma anche meno impatto ambientale. Ci crede molto Leonardo Becchetti, docente di Economia Politica all’Università Tor Vergata di Roma, che su Twitter posta: “Siamo stufi di dipendere dall’estero per quantità e prezzi di energia e materie prime? Un futuro di rinnovabili ed economia circolare dove le comunità energetiche saranno tra i protagonisti ci aiuterà ad uscire dall’impasse. L’Italia sarà l’Arabia Saudita delle rinnovabili“.

Becchetti aprirà la giornata di studio, dal titolo Impresa, creatività giovanile e cura della casa comune, che si terrà a Roma, all’Hotel Ergife (via Aurelia 619), martedì 14 dicembre, dalle 9 alle 18, organizzata da Greenaccord. Continua così l’impegno della Onlus per la formazione dei giornalisti ambientali. “L’informazione è chiamata a sensibilizzare la popolazione sull’impegno collettivo per la cura del pianeta – afferma Alfonso Cauteruccio, presidente Greenaccord Onlus -. Ma per i giornalisti è anche professionalmente stimolante scovare, verificare, accompagnare e far conoscere le esperienze imprenditoriali delle nuove generazioni a favore dell’ambiente. Durante la giornata di studio, noi ne proporremo alcune, che abbiamo selezionato in quanto particolarmente significative“.

Greenaccord, Premio Sentinella del Creato: a Bari i riconoscimenti del 2021

Protagonisti della giornata anche Andrea Masullo, direttore scientifico Greenaccord (Il vecchio e il nuovo passa dall’azione dei giovani); Andrea Micangeli, Università La Sapienza, Roma (Grand Challenges Energy Lab: le Comunità Energetiche Rinnovabili in Italia e nel mondo, una grande sfida per portare nuova energia e consapevolezza); Michele Ieradi, Solutions and Technology Director di Esri Italia (Apporto dell’innovazione tecnologica alla cura della casa comune); Luca Peyron, docente di Teologia della trasformazione digitale, Università Cattolica del Sacro Cuore (Intelligenza artificiale: aspetti etici, potenzialità e limiti).

Il seminario sarà trasmesso in diretta streaming sulla pagina facebook di Greenaccord.

 

GIORNATA DI STUDIO

Impresa, creatività giovanile e cura della casa comune

Roma, Hotel Ergife – Sala Massalia

Martedì 14 dicembre 2021

Sessione mattutina

Modera: Christiana Ruggeri, Giornalista Tg2

9:15    Prolusione

Alfonso Cauteruccio, Presidente di Greenaccord

9:20    Quale economia green per i giovani?

Leonardo Becchetti, Docente di Economia Politica, Università Roma Tor Vergata

9:50    Il vecchio e il nuovo passa dall’azione dei giovani

Andrea Masullo, Direttore scientifico Greenaccord

10:20  Presentazione di alcune start-up

  • Salvo Autovino e Ludovica Amicucci, Il market place Oraizen
  • Katia Paoletti, Gart: l’arte come intima connessione con la natura

11:20  Dibattito

11:40  Coffee break

12:00  Grand Challenges Energy Lab: le Comunità Energetiche rinnovabili in Italia e nel  

            mondo, una grande sfida per portare nuova energia e consapevolezza

Andrea Micangeli, Università di Roma La Sapienza

12:20   Presentazione di alcune testimonianze

  • Andrea Marchegiani, Docente e imprenditore, titolare della SED
  • Carlo Tacconelli, Ingegnere e cofondatore della ENGREEN
  • Elisa Fenicchia e Gabriele Magni, fondatori della Grand Challenges Field Study Alumni
  • Simone Budini, Project Leader del CeSID

13:00 Dibattito

13:30  Lunch

 

Sessione Pomeridiana

Modera: Elisabetta Guidobaldi, Giornalista Capo Servizio Ansa

15:00  Apporto dell’innovazione tecnologica alla cura della casa comune

Michele Ieradi, Solutions and Technology Director di Esri Italia

15:30  Intelligenza artificiale: aspetti etici, potenzialità e limiti

Luca Peyron, Docente di Teologia della trasformazione digitale, Università Cattolica del Sacro Cuore

16:00  Dibattito

16:30  Presentazione di alcune start-up

  • Giorgio Gallo, Una app a supporto degli artisti
  • Filippo Fasulo e Paola Manoni, Identità tecnologiche per la conservazione e fruizione dei beni culturali
  • Luciano Innocentini e Guido Mucelli, Finanziare le start-up

17:30 Dibattito

18:00  Chiusura lavori

Articolo precedenteMobilità sostenibile, uno studio di Greenpeace: “Il treno è più green dell’aereo”
Articolo successivoQualità della vita, Roma 13esima. Scala 19 posizioni in un anno