Qual è l’impatto ambientale dei Bitcoin? – Tg Ambiente

56
0

In questo numero del Tg Ambiente, realizzato in collaborazione con Italpress: 1) Ambientalisti chiedono un’agricoltura più sostenibile; 2) Qual è l’impatto ambientale dei Bitcoin?; 3) Viticoltura, dalla Pac opportunità per sfida green; 4) Il riscaldamento globale minaccia l’Antartide

In questo numero del Tg Ambiente, realizzato in collaborazione con Italpress:

1) Ambientalisti chiedono un’agricoltura più sostenibile: Il ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli ha incontrato associazioni ambientaliste e animaliste per discutere del Piano Strategico Nazionale della Politica Agricola Comune. Le associazioni hanno segnalato al ministro una serie di criticità nell’ultima bozza del Piano, a iniziare dalla cancellazione dell’eco-schema sulle aree naturali e le infrastrutture verdi per la biodiversità e il paesaggio rurale. Per gli ambientalisti, inoltre, il capitolo sulla zootecnia contiene degli obiettivi troppo poco ambiziosi per la riduzione dell’uso degli antibiotici e della densità degli animali negli allevamenti. Le Associazioni hanno riconosciuto l’impegno del Ministro Patuanelli per lo sviluppo dell’agricoltura biologica. Patuanelli ha manifestato “la volontà politica di trovare soluzioni alle criticità evidenziate dalle Associazioni”, dichiarando che non c’è una sua opposizione pregiudiziale, “ma un limite oggettivo determinato dalle esigenze finanziarie per poter riconoscere agli agricoltori un giusto compenso per gli impegni ambientali richiesti”. Un principio condivisibile secondo gli ambientalisti, che per questo chiedono “una più equa distribuzione delle risorse assegnate ai diversi eco-schemi, che non siano una mera compensazione dei tagli determinati dalla riforma”.

Inquinamento, satelliti “spia” contro gli stati che mentono sulle emissioni di CO2

2) Qual è l’impatto ambientale dei Bitcoin?: Con un valore di 40 mila dollari, è la criptovaluta più famosa al mondo. Ma qual è l’impatto sull’ambiente del Bitcoin? L’impatto ambientale per il funzionamento dell’algoritmo che regola le transazioni in Bitcoin, è il principale motivo del calo delle quotazioni della criptovaluta. Il dietrofront di Tesla sul pagamento delle sue auto in BTC si deve proprio al suo consumo energetico. Secondo un’analisi realizzata dall’osservatorio Digiconomist, le macchine che eseguono il lavoro di mining consumano enormi quantità di energia. La sua produzione annuale di anidride carbonica è di circa 37 milioni di tonnellate, pari al volume di un Paese come la Nuova Zelanda, mentre il consumo di energia elettrica è di quasi 78 terawattora, l’equivalente del Cile. Inoltre, circa la metà del consumo era alimentato nel sud-ovest della Cina, dove l’energia ha un costo minore, è meno tassata e arriva da centrali a carbone. Secondo alcuni osservatori la moneta digitale ha causato diversi blackout registrati in Iran, nel corso dell’anno. È per questo, che diversi ricercatori vogliono promuovere una tassa diretta sulle attività di mining, in modo da regolare questa pratica.

Ue, approvata la riforma della Pac. Eleonora Evi: “Schiaffo all’agricoltura sostenibile”

3) Viticoltura, dalla Pac opportunità per sfida green: Oltre 652.000 ettari di superficie per vite da vino in produzione, un peso di oltre il 10% sul valore della produzione agricola e il 14% del totale delle esportazioni agroalimentari italiane, rendono il vino uno dei prodotti più importanti del sistema agroalimentare italiano. L’appuntamento con la nuova Pac offre diverse opportunità alla viticoltura italiana per accrescere la sostenibilità di tutta la filiera, dalla vigna al Calice, senza rinunciare alla qualità ed alla tipicità che hanno premiato il nostro vino nel mercato globale. Di questo si è discusso in occasione al convegno ‘La viticoltura e le sfide della nuova Pac: tra sostenibilità e mercato’, un momento di confronto promosso dal Crea con i suoi centri di viticoltura ed energia e politiche e bioeconomia, alla presenza del Sottosegretario alle politiche agricole alimentari e Forestali, Gian Marco centinaio. Nei prossimi mesi, l’Europa metterà a disposizione un ampio pacchetto di interventi per lo sviluppo di un’economia sempre più verde, attenta alla biodiversità e alla fine dell’inquinamento ambientale, nella direzione di una transizione equa e inclusiva, in grado di trasformare le sfide ambientali in opportunità di crescita e sviluppo. La filiera vitivinicola si inserisce in questo quadro, sia grazie alle certificazioni tradizionali sia alle recenti certificazioni di sostenibilità pubbliche e private già operanti, che escono rafforzate dalla recente introduzione di uno standard unico di sostenibilità nazionale voluto dal Mipaaf.

Antartide, la missione Beyond Epica per scoprire il clima di 1,5 milioni di anni fa

4) Il riscaldamento globale minaccia l’Antartide: Il riscaldamento globale minaccia le enormi calotte glaciali dell’Antartide, in particolare quella del settore occidentale. Il nuovo archivio geologico del passato, realizzato da uno studio dell’Imperial College of London in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale e l’Università di Siena, apre nuovi scenari su come potrebbe reagire la calotta glaciale dell’Antartide, la più grande del pianeta, a condizioni climatiche più calde. La spedizione nel Mare di Ross, che ha consentito di recuperare 1300 metri di carote di sedimento, ha permesso di scoprire che tra 19 e 17 milioni di anni fa, durante un intervallo molto freddo nel Miocene inferiore, il volume dell’Antartide aveva raggiunto dimensioni maggiori di quella attuale mentre tra i 16 ed i 14 milioni di anni fa, in concomitanza con livelli di anidride carbonica più elevati e un clima molto caldo la calotta si è ritirata significativamente fino a quasi scomparire nel settore occidentale dell’Antartide contribuendo così a un innalzamento del livello del mare globale di diverse decine di metri. I risultati evidenziano poi che gli effetti del cambiamento climatico sulle calotte glaciali dell’Antartide persisteranno se non si intraprenderanno ora azioni significative per ridurre le emissioni di gas serra.

 

Articolo precedenteClima, negli Usa neve in California e caldo record in Alaska
Articolo successivoEnergia, le batterie del futuro saranno elastiche e lavabili (e per l’abbigliamento hi-tech)