In questo numero del Tg Ambiente, realizzato in collaborazione con Italpress: 1) Dalla Commissione UE arriva la stretta sull’utilizzo di imballaggi; 2) Accordo tra Mit di Boston e carabinieri per monitoraggio foreste; 3) Il Gse premia i Comuni italiani più efficienti e sostenibili; 4) Corrono gli investimenti nel settore dei rifiuti in Italia

 

In questo numero del Tg Ambiente, realizzato in collaborazione con Italpress:

1) Dalla Commissione UE arriva la stretta sull’utilizzo di imballaggi: Dalla Commissione UE arriva la stretta sull’utilizzo di imballaggi. L’obiettivo è ridurre questa tipologia di rifiuti del 15% pro-capite per ogni Paese entro il 2040. Secondo la proposta di regolamento, entro il 2030 il 20% delle vendite di bevande take-away dovrà essere servito in imballaggi riutilizzabili o usando i contenitori dei clienti, per arrivare all’80% nel 2040. Vietate le confezioni monouso all’interno di bar e ristoranti ed i flaconcini negli hotel. Prevista inoltre una quota obbligatoria di contenuto riciclato nei nuovi imballaggi di plastica. I prodotti in plastica biodegradabile commercializzati in Ue dovranno avere un’etichetta per mostrare quanto tempo impiegheranno a biodegradarsi, in quali circostanze e in quale ambiente. Inoltre, gli imballaggi destinati al compostaggio industriale saranno ammessi solo per bustine di tè, cialde di caffè, etichette per frutta e verdura e sacchetti di plastica molto leggeri. Per l‘industria dell’imballaggio Ue però, il piano di Bruxelles “rischia di andare contro gli obiettivi del Green Deal, riportando indietro le lancette dell’orologio del riciclo e compromettendo la funzionalità degli imballaggi nel proteggere i prodotti e prevenire i rifiuti”.

Clima, il ghiacciaio Grey in Cile sta perdendo pezzi: il video

2) Accordo tra Mit di Boston e carabinieri per monitoraggio foreste: L’Arma dei Carabinieri ha stretto un accordo con il Mit di Boston per sviluppare un progetto dedicato al monitoraggio ambientale e alla sostenibilità. La collaborazione è entrata sin da subito nella fase operativa grazie alla collaborazione del Crea (partner scientifico dell’Arma per il comparto forestale e del MIT Senseable City Lab.

Termovalorizzatore a Roma entro il 2026. Bonessio e Cacciatore: “Meglio chiamarlo inceneritore”

3) Il Gse premia i Comuni italiani più efficienti e sostenibili: Efficienti e Sostenibili. Il Gse, il Gestore dei Servizi Energetici, ha premiato i 7 comuni italiani che si sono contraddistinti per interventi di riqualificazione, efficientamento su edifici pubblici, sviluppo dell’autoconsumo e delle Comunità energetiche.

Il clima presenta il conto: nel 2022 danni da eventi climatici estremi per 110 miliardi di euro

4) Corrono gli investimenti nel settore dei rifiuti in Italia: Corrono gli investimenti nel settore dei rifiuti in Italia, segnando nel 2021 sono arrivati oltre 900 milioni (+59,6% rispetto al 2020), sfruttando anche la scia delle opportunità derivanti dal Pnrr. Nello scorso anno, i principali 124 top player hanno registrato un valore della produzione aggregato di 10,26 miliardi di euro, +9% circa rispetto al 2020. Acquisizioni e fusioni sono aumentate del 67%, passando a 35, contro le 21 registrate nel 2020.  È il quadro che emerge dal Was Report 2022, il rapporto annuale sulla gestione dei rifiuti in Italia realizzato dalla società di consulenza Althesys. Il Report registra oltre un terzo delle imprese, attivo nel comparto dei rifiuti speciali, che ha visto un aumento del 10,6% dei volumi. Mentre la distribuzione geografica vede il 50% delle aziende operanti nelle regioni settentrionali, il 14% in quelle del Centro e il 36% nel Sud.

Articolo precedenteManovra, le misure per l’agricoltura – Agrifood Magazine
Articolo successivoSanremo 2023, i big in gara: grandi reunion in vista