Eventi

“Il Sole in Classe”, il progetto di ANTER. Costa: “Parlare oggi di energie rinnovabili nelle scuole è fondamentale”

Condividi

Una serata per fare educazione divertendosi con un messaggio positivo sull’ambiente. Martedì 26 maggio per la prima volta online è stato trasmesso l’evento “Il Sole in Classe – Family Edition”, un progetto di ANTER, Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Ad aprire la serata l’intervento del Ministro Sergio Costa e i saluti del Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina. 

Grande successo per “Il Sole in Classe” per la prima volta in DIRETTA online  sulla pagina Facebook di ANTER, Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili, nella versione FAMILY–EDITION. Il video è stato trasmesso martedì 26 maggio ed ha raggiunto circa le 45.000 visualizzazioni.

L’evento online, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente, con media partner TeleAmbiente (in onda in diretta streaming sull’emittente) e sponsor NWG Energia, è stato una serata per fare educazione divertendosi con un messaggio positivo sull’ambiente.

La trasmissione è stata aperto con l’intervento e il saluto del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa: Ho apprezzato molto che la sesta edizione del premio nazionale ANTER GREEN AWARDS venga celebrata anche in quest’anno così complicato a causa del Covid-19. Parlare di energie rinnovabili, coinvolgere le scuole, le famiglie e gli studenti, significa mettere al centro un argomento oggi essenziale per uscire dal cambiamento climatico, per rivedere il nostro paradigma produttivo ed economico. L’Italia si appresta a celebrare la pre- Cop a Milano, la conferenza delle parti per il contrasto dei cambiamenti climatici, dove protagonisti saranno i giovani di ogni paese che ha firmato l’Accordo di Parigi. Ecco perché è significativo questo premio, coglie il percorso che l’Italia si è spesa a livello nazionale di portare avanti”.

“Il sole in classe – Family edition”, un progetto di ANTER. Martedì 26 maggio evento online

La serata è proseguita con il saluto del presidente di ANTER, Antonio Rainone, che ha ricordato come “ci vuole davvero poco per migliorare il nostro ambiente e il contributo più grande lo diamo quando usiamo le energie rinnovabili. Oggi rispetto al passato abbiamo la tecnologia per produrre l’energia che ci serve in modo intelligente”.

Il Sole in Classe” è un progetto educativo rivolto alle scuole primarie e secondarie di I grado finalizzato a trasmettere alle giovani generazioni l’importanza di un atteggiamento quotidiano rispettoso dell’ambiente attraverso un approccio ludico-didattico. Nel corso dell’evento è stato mostrato il cartone che da oltre 10 anni, promuove le Energie Rinnovabili nelle scuole di tutta Italia.

Il progetto di ANTER ha coinvolto dal 2014 ad oggi oltre 195.000 alunni (in 20 regioni d’Italia) con più 3.500 lezioni. Ogni anno, le scuole che aderiscono a “Il Sole in Classe” possono partecipare all’ANTER GREEN AWARDS, realizzando poesie, disegni ed eventi mediatici su temi green per vincere fantastici premi.

Quest’anno hanno partecipato 160 scuole, presentando 374 lavori per il contest che si è svolto online. Le classi coinvolte sono state 1258.  Nel corso della serata sono state premiate le scuole vincitrici di quest’anno che riceveranno i premi messi in palio da NWG Energia. Tutta la classifica.

Rinnovabili ed efficienza energetica, le norme a costo zero proposte dal coordinamento Free

Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha voluto salutare nel suo intervento “tutte le studentesse e gli studenti collegati, le loro famiglie, e i volontari di ANTER, che si recano nelle scuole per contribuire all’educazione al rispetto dell’ambiente dei nostri ragazzi. Apprezzo la volontà di non interrompere il progetto durante questo anno così particolare e straordinario e di voler organizzare le premiazioni finali in streaming, per continuare l’azione di sensibilizzazione. E noi, qui al Ministero dell’Istruzione, stiamo lavorando proprio affinché tutti, da settembre, possano tornare in sicurezza a scuola. Torneremo presto a svolgere in presenza queste iniziative. Tutti insieme”.

Anche Papa Francesco, attraverso una Lettera del Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato del Vaticano, ha espresso il suo apprezzamento per l’impegno di ANTER nella cura del Creato e ringraziato i bambini e i ragazzi delle scuole che hanno partecipato al progetto, impegnandosi a diffondere un messaggio di speranza per un futuro sostenibile.

A partecipare al lancio della campagna #promettoperte di ANTER, per promuovere l’adozione di buone prassi quotidiane che riducano l’impatto ambientale di ciascuno, è stata la conduttrice televisiva Simona Ventura che ha ringraziato l’Associazione e i bambini che hanno aderito al progetto “Il Sole in Classe”.

A chiudere la serata con la sua promessa l’attivista per il clima Federica Gasbarro con l’invito rivolto a tutti di  “pensare insieme ad un futuro più sostenibile”.  

Rinnovabili, gli impianti di Heineken in Spagna saranno alimentati ad energia solare

Il progetto è promosso da ANTER, Associazione Nazionale Tutela Energie Rinnovabili, un’associazione no-profit nata nel 2009 con la missione di diffondere la cultura della tutela ambientale e promuovere la conoscenza e lo sviluppo delle energie pulite, cioè energie prodotte da fonti rinnovabili.

Nel 2018 l’azione di ANTER si è sviluppata anche attorno alla tematica dell’aria, attraverso la promozione di una ricerca nazionale, i cui risultati sono stati pubblicati recentemente sulla rivista scientifica Atmosphere, svolta dall’Università di Cassino sulla qualità dell’aria, out e indoor, per capire la natura e la quantità di polveri sottili inalate da bambini, nell’arco della giornata e i provvedimenti che potrebbero essere adottati per migliorare la qualità dell’aria che respiriamo.

(Visited 27 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago