Molto presto una nuova flotta di traghetti solcherà i mari del Nord America. La società statunitense Switch Maritime, ha annunciato che ‘Sea Change’, il primo traghetto elettrico a celle a combustine a idrogeno della nazione ha completato la sua fase di produzione e sarà lanciato nella regione di San Francisco in autunno.

L’innovativo traghetto sarà presentato nella Bay Area della California dove svolgerà la sua fase iniziale di test e raccolta dati che durerà tre mesi. Periodo che servirà a testare il sistema di celle a combustibile in diverse modalità e applicazioni.


Il traghetto è lungo 70 piedi e potrà trasportare 75 passeggeri.

Msc, Fincantieri e Snam insieme per realizzare la prima nave da crociera ad idrogeno

Come per le auto, l’idrogeno non viene bruciato direttamente in un motore endotermico (come fanno diesel o benzina), ma viene utilizzato come combustibile che alimenta delle fuel cell che producono energia elettrica.

Le celle a combustibile (prodotte da Cummins) sono alimentate da enormi serbatoi contenenti 246 kg di idrogeno.

L’energia elettrica generata viene prima immagazzinata in una batteria al litio “di passaggio” da 100 kWh (la stessa capacità di una Tesla Model S) e poi alimenta due motori elettrici da 300 kW. Secondo le stime, il sistema permetterà alla nave di raggiungere un’autonomia di 300 miglia nautiche, ad una velocità di circa 20 nodi. Le emissioni sono ovviamente solo vapore acqueo.

AM1, il primo scooter alimentato con una cartuccia di idrogeno verde

“L’obiettivo è rendere pubblici questi dati – ha spiegato Elias Van Sickle, direttore dello sviluppo commerciale e delle operazioni di Switch Maritime – e che lo stato avvii un’analisi tecno-economica sul sistema di celle a combustibile che permetta di adottare questo sistema ad altri hovercraft e simili”.

Il progetto ha ricevuto una sovvenzione di 3 milioni di dollari dal California Air Resources Board (CARB).

Articolo precedenteLa ‘svolta’ green della Scozia non convince Greta: in dubbio la sua presenza alla Cop26
Articolo successivoClima, Mattarella: “Rispettare gli Accordi di Parigi, la scelta è tra poter sopravvivere o non farcela”